Islam / World News

Il leader del regime islamista turco chiede alla Grecia di aprire i suoi confini

Il leader del regime islamista turco chiede alla Grecia di aprire i suoi confini

Il leader del regime islamista turco, Recep Tayyip Erdogan, ha invitato la Grecia ad aprire i suoi confini per consentire a decine di migliaia di migranti – la maggior parte dei quali sono uomini in età militare – di attraversare il paese per potersi dirigere verso gli stati nord-occidentali dell’Europa.

Erodgan, che ha convocato lunedì i leader dell’UE e della NATO a Bruxelles, ha comunicato che chiederà “molto più sostegno” se si vuole frenare il flusso inarrestabile di migranti verso ovest . Fonte: The Telegraph.

Ehi, Grecia! Faccio appello a te … apri anche le porte e liberati da questo onere … Lasciali andare in altri paesi europei “, ha detto Erdogan durante il discorso di domenica.

Queste persone non resteranno [nel tuo paese], si trasferiranno in altri paesi europei“, ha detto Erdogan a Istanbul domenica. “Perché non apri anche i cancelli, lasciali andare in altri paesi e sbarazzati di questo fardello.”

In un discorso tenuto durante la Giornata internazionale della donna, Erdogan ha affermato erroneamente che donne e bambini soffrivano di più a causa della crisi al confine turco-greco, riferisce il quotidiano greco Kathimerini.

Tuttavia, una rapida occhiata alle numerose foto scattate al confine greco-turco dimostra che oltre il 95% dei migranti ammassati al confine sono uomini in età militare.

Migranti maschi in età militare al confine greco dichiarano di voler andare in Germania dove c’è denaro gratuito

 

L’Occidente è straziato da tutto questo? No. Sta alzando la voce? No “, ha aggiunto Erdogan.

L’accordo del 2016 tra l’Unione europea e la Turchia, in cui la Turchia ha promesso di frenare il flusso di migranti verso l’Europa in cambio di miliardi di euro in aiuti, sembra essere morto.

Nonostante l’Unione europea abbia investito miliardi e miliardi di dollari, il leader del regime islamista turco sostiene che il patto non ha raggiunto la fine dell’accordo. Il regime turco è anche sconvolto dal fatto che i viaggi senza visto in Europa per i cittadini turchi non sono ancora stati attuati.

“Abbiamo adempiuto agli obblighi dell’accordo che abbiamo stipulato con l’UE. Tuttavia, l’UE non ha rispettato i propri impegni se non per contributi minimi … Spero che questa volta otterremo risultati diversi “, ha affermato il sempre più bellicoso Erdogan.

Venerdì, il primo ministro greco Mitsotakis ha dichiarato che l’accordo del 2016 tra l’UE e la Turchia è effettivamente “morto” poiché “la Turchia ha deciso di violarlo completamente“.

Mitsotakis ha anche accusato il regime turco di usare i “migranti e i rifugiati come pedine geopolitiche per promuovere i propri interessi“.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento