World News

Il ministro ceceno afferma che leggere il Corano può essere terapeutico per le lesbiche

Il ministro ceceno afferma che leggere il Corano può essere terapeutico per le lesbiche

Un ministro nella regione della Cecenia, in Russia, ha affermato che sarebbe “una riparazione” leggere il Corano, per una donna apertamente gay , che ha accusato i suoi genitori di percosse dopo aver ammesso apertamente la sua omosessualità.

Puoi esprimerti come preferisci, ma leggere il Corano in un determinato contesto, è davvero terapeutico nella medicina islamica tradizionale“. Dzambulat Umarov, ministro ceceno nazionale per le relazioni con l’estero, stampa e informazione, ha detto al canale 360 il 22 gennaio.

Rifiutò di credere alle accuse fatte da Aminat Lorsanova, una nativa di Grozny di 22 anni, di essere stata tormentata e picchiata.”

Tale “accusa assurda“, secondo il ministro, è collegata alla comunità lesbica, gay, bisessuale e transgender (LGBT) ed è stata deliberatamente “data in pasto ai media“.

Il giorno precedente Lorsanova ha presentato un rapporto al comitato investigativo russo chiedendo che un procedimento penale fosse aperto contro i suoi genitori, alcuni loro conoscenti e contro i medici di una clinica medica a Grozny.

Secondo la donna, è stata mandata in una clinica nell’agosto 2018 per 25 giorni, dopo di che ha trascorso altri quattro mesi in un dispensario neuropsichiatrico a Grozny.

Diverse volte durante i suoi soggiorni nelle cliniche, Lorsanova ha detto che una conoscene di suo padre l’aveva picchiata con un bastone mentre leggeva il Corano di fronte ai suoi genitori, dicendo che stava “scacciando il genio cattivo“.

Secondo la vittima, l’uomo l’ha colpita ripetutamente nell’area del plesso solare e le avrebbe premuto le dita, causandole più dolore.

Durante questo periodo, Lorsanova ha detto che suo padre le iniettava con la forza per sei volte al giorno dei tranquillanti.

Dall’inizio del 2017 sono stati segnalati casi di una campagna coordinata di violenza e intimidazione nei confronti degli omosessuali in Cecenia, anche da parte delle autorità di contrasto.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento