Islam / Migranti / Politica

Il Ministro degli interni Tedesco conferma che un islamista lavora nell’Ufficio per le migrazioni e i rifugiati

Il Ministro degli interni Tedesco conferma che un islamista lavora nell’Ufficio per le migrazioni e i rifugiati

L’Ufficio federale per le migrazioni e i rifugiati (BAMF) impiega una persona che le autorità di sicurezza considerano un islamista, lo ha riferito l’agenzia DPA, riferendosi alla risposta del Ministero degli Interni tedesco, che è stato interpellato da parlamentari del partito di sinistra (Die Linke).

Il ministero ha confermato che l’islamista è impiegato dell’Ufficio delle migrazioni e dei rifugiati.

“Il governo federale è a conoscenza di uno specifico caso sospetto nel campo dell’islamismo e del terrorismo islamista”, ha detto il ministro. Poiché il caso non è ancora stato chiuso, il ministero ha rifiutato di fornire ulteriori dettagli.

La risposta, inoltre, non conteneva alcuna informazione specifica sui tentativi dei servizi segreti stranieri di collocare i loro informatori in uffici governativi tedeschi, ad esempio come traduttori, per ottenere informazioni sui membri dell’opposizione in esilio.
Il Ministero dell’Interno ha solo annunciato che tutti i dipendenti dell’Ufficio federale per le migrazioni e i rifugiati saranno sottoposti a un controllo di sicurezza.

Immagine del titolo: Jutta Cordt, presidente dell’Ufficio federale per le migrazioni e i rifugiati, partecipa a una conferenza stampa a Berlino, Germania. Il numero di nuovi richiedenti asilo registrati in Germania è sceso significativamente l’anno scorso a circa 186.000, secondo i nuovi dati governativi pubblicati martedì. (AP Photo/Michael Sohn)

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento