World News

Il numero degli uccisi negli attacchi terroristici in Burkina Faso mentre la regione precipita nell’instabilità

Il numero degli uccisi negli attacchi terroristici in Burkina Faso mentre la regione precipita nell’instabilità

L’emittente statale Radio Television du Burkina (RTB) ha confermato ieri che “sono state uccise dozzine di persone” ma non ha fornito ulteriori informazioni.

Il servizio stampa di Infowakat ha riferito: “Gli assalitori hanno fatto irruzione nel mercato del villaggio dove hanno ucciso circa 50 persone.

L’attacco al villaggio di Silgadji nella provincia di Soum è avvenuto sabato, ma i dettagli hanno iniziato a emergere solo lunedì in ritardo.

La regione è afflitta da instabilità a causa di un’ondata di attacchi jihadisti in Burkina Faso, Mali e Niger negli ultimi mesi. Circa 4.000 persone sono state uccise in attacchi terroristici nei tre paesi lo scorso anno, rispetto a 770 appena tre anni prima.

La scorsa settimana 32 persone sono state uccise nel Burkina Faso quando i jihadisti hanno attaccato e bruciato un mercato, giorni dopo che il primo ministro Paul Kaba Thieba si era dimessi dopo che le misure di emergenza non erano riuscite a controllare la situazione.

Circa 500.000 persone sono sfollate nel Burkina Faso mentre le affiliate di al-Qaida e Isis continuano i loro attacchi mortali.

Domenica 19 soldati sono stati uccisi a colpi di arma da fuoco in un agguato in un avanposto militare nel vicino Mali.

Un rappresentante speciale delle Nazioni Unite per l’Africa occidentale e il Sahel Mohamed Ibn Chambas ha avvertito in un recente briefing del consiglio di sicurezza che “il focus geografico degli attacchi terroristici si è spostato verso est dal Mali al Burkina Faso e sta minacciando sempre più gli stati costieri dell’Africa occidentale.

“Le conseguenze umanitarie sono allarmanti”, ha detto.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento