Islam / World News

Il Pakistan ha messo in quarantena migliaia di predicatori islamici

Il Pakistan ha messo in quarantena migliaia di predicatori islamici

Il governo pakistano lunedì ha messo in quarantena migliaia di predicatori islamici con il sospetto che abbiano contratto l’infezione da Coronavirus.

Più di 100.000 membri dei Tableeghi Jumaat si sono riuniti a marzo presso la sede del gruppo, un complesso di moschee e seminari islamici, vicino alla città orientale di Lahore.

Secondo il portavoce di Jumaat, Abdul Waheed, almeno 40.000 di loro hanno visitato moschee in tutto il paese in gruppi fino a otto persone.

Tableeghi Jumaat è una rete libera di milioni di missionari islamici in Pakistan, India e Bangladesh.

Secondo il ministro dell’informazione per la provincia meridionale del Sindh, Murtaza Wahab, centinaia di coloro che hanno frequentato la congregazione e da allora hanno viaggiato e incontrato persone sono ora risultate positive.

Wahab ha detto che nel Sindh e nella vicina provincia del Balochistan tutte le moschee a cui hanno partecipato i predicatori erano state dichiarate in quarantena.

Secondo il capo dell’amministrazione locale, Hamza Shafqaat, un quartiere suburbano della capitale, Islamabad, è stato sigillato dopo un’epidemia tra i predicatori in una moschea.

Secondo il funzionario locale Mohamed Usman, almeno 2.200 predicatori sono ancora rintanati all’interno del quartier generale del gruppo, nonostante gli avvertimenti delle autorità di liberare il complesso.

“Migliaia di piccoli gruppi di missionari pakistani viaggiano ogni anno in tutto il mondo”, ha detto Waheed.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento