Politica / World News

Il parlamento britannico serve cibo halal nella sua caffetteria

Il parlamento britannico serve cibo halal nella sua caffetteria

La Camera dei Comuni britannica ha annunciato che inizierà a servire i pasti halal e kosher nella caffetteria del parlamento a partire dal 30 marzo, dopo che la parlamentare laburista Charlotte Nichols, che è ebrea, e Zarah Sultana, che è musulmana, hanno scritto una lettera congiunta al portavoce di Commons Sir Lindsay Hoyle.

Attualmente ci sono 19 parlamentari musulmani nella Camera dei Comuni, la camera bassa del parlamento britannico, così come altri membri del personale parlamentare e lavoratori della stessa fede che trarranno beneficio da questa decisione, riferisce il National.

Il servizio di cibo halal e kosher sarà sottoposto a un periodo di prova di tre mesi. In caso di successo, probabilmente diventerà permanente.

I due parlamentari che hanno sollevato la richiesta scrivono su Twitter quanto sono contenti di della decisione.

Orgogliosa di essere uno dei firmatari di questa importante lettera al Segretario di Stato. Grazie @helenhayes_ per l’organizzazione ? https://t.co/xikV4YKSkQ

– Charlotte Nichols (@ charlotte2153) 14 marzo 2020

Sono davvero lieta che il Parlamento proverà a servire cibo halal e kosher.

Questo a seguito di una lettera di @ charlotte2153 e mia in cui abbiamo fatto questa richiesta, con il supporto di dozzine di colleghi.

Nel 2020 il Parlamento deve essere accessibile a parlamentari, signori, personale e visitatori musulmani ed ebrei. pic.twitter.com/PDWzfvfSUJ

– Zarah Sultana MP (@zarahsultana) 12 marzo 2020

Ma altri non sono così contenti. Ad esempio, l’ex politico dell’UKIP Gerard Batten afferma che pensa che Halal e Kosher siano usante rituali e che dovrebbero essere banditi.

Il massacro rituale è barbaro, dovrebbe essere vietato.

– Gerard Batten (@GerardBattenUK) 13 marzo 2020

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento