Islam

Il presidente palestinese Mahmoud Abbas: vedere ragazze palestinesi picchiare il poliziotto israeliano e i soldati mi riempie il cuore di gioia

Il presidente palestinese Mahmoud Abbas: vedere ragazze palestinesi picchiare il poliziotto israeliano e i soldati mi riempie il cuore di gioia

In un discorso tenuto il 1 ° marzo 2020 e trasmesso dalla TV in Palestina, il presidente palestinese Mahmoud Abbas ha criticato i sindacati, tra cui il sindacato dei medici, per aver chiesto un aumento di stipendio e aver dichiarato uno sciopero.

Ha detto che questo non è il momento, considerando le sfide che i palestinesi stanno affrontando con il coronavirus, l’affare del secolo e l’assedio finanziario di Israele. Il presidente Abbas ha continuato a lodare le recenti proteste di Hebron, Gerusalemme e Nablus, e ha detto:

“Le [donne] dovrebbero essere in prima linea nelle proteste … Vedere le ragazze che picchiano un poliziotto o un soldato mi riempie davvero il cuore di gioia. È così che vogliamo che sia la nostra pacifica resistenza popolare. Questo è il nostro modo di sconfiggere i nostri nemici. ”

 

Mahmoud Abbas: “Alcuni sindacati, come il sindacato dei dottori, hanno dichiarato uno sciopero.

Credo che anche il sindacato degli ingegneri stia per dichiarare uno sciopero, seguito dai contabili o altro, e poi dagli insegnanti, come se vivessimo in Svizzera … Perché? Vogliono un aumento. Quale aumento? Vogliono raddoppiare i loro stipendi. Non posso pagare i loro stipendi attuali, quindi come si aspettano che io possa dargli un aumento?

Tuttavia, ho detto loro che se superiamo la nostra crisi finanziaria, e se i nostri soldi smettono di essere confiscati [da Israele] e le cose migliorano, possiamo parlarne.

Ho incontrato le persone al sindacato dei medici e il loro segretario generale. Mi avevano promesso che avrebbero ritirato le loro richieste invece dichiararono uno sciopero.

Perché uno sciopero? È ragionevole che oggi il sindacato dei medici colpisca quando ci troviamo di fronte il coronavirus? Anche se non ci fossero altri [problemi], una volta che il coronavirus è apparso, avrebbero dovuto abbandonare tutto e andare al lavoro.

Le misure prese dai dottori sono da irresponsabili. Dichiarare uno sciopero in un momento come questo, quando abbiamo da un lato l’Accordo del secolo e dall’altro l’assedio economico-finanziario, e per di più, abbiamo il coronavirus …

[…]

“Anche se fosse la fine del mondo, in un momento come questo, devi lavorare, non scioperare.

[…]

“Cosa stai facendo a Hebron in questi giorni … Ci sono persone provenienti da Hebron qui? Wow! Quello che stai facendo alla Grotta dei Patriarchi e a Gerusalemme ci rende davvero orgogliosi. Oh, e anche Nablus.

Quello che io vedo a Nablus è fantastico. Questa è stata la cosa giusta da fare. Devono capire che stiamo combattendo con i nostri occhi, le nostre mani, le nostre gambe e con tutto e che non permetteremo loro di giocare con noi. darci lezioni

Quando vedono persone disarmate, persone che non hanno armi … Donne e bambini inseguono [gli israeliani] che scappano da loro … Mi rende felice vederlo. Davvero. Questo è il nostro modo di realizzare quello che vogliamo.
Questo è il nostro modo di realizzare ciò che vogliamo.

Per mezzo della resistenza pacifica e con questi sforzi … Le sorelle dovrebbero essere in prima linea nelle proteste. Questa è la cosa più importante. Vedere le ragazze che picchiano un poliziotto o un soldato mi riempie davvero il cuore di gioia. Ecco come vogliamo che sia la nostra pacifica resistenza popolare. vogliono sconfiggere i nostri nemici e raggiungere il nostro stato indipendente con Gerusalemme come capitale “.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento