World News

Il primo ministro ceco: “Decidiamo noi chi viene nel nostro paese”

Il primo ministro ceco: “Decidiamo noi chi viene nel nostro paese”

Il Primo Ministro della Repubblica Ceca, Andrej Babis, ha criticato le politiche che promuovono la migrazione di massa e la sostituzione della popolazione entrambi propagate dai governi globalisti in Europa occidentale.

Mentre parla della  ‘Migrazione sostitutiva ‘ nel corso di un’intervista con Die Welt , Babis ha detto: ‘Noi non vediamo la migrazione come un mezzo per contrastare la riduzione della popolazione, come considerato dai paesi dell’ Europa occidentale.’

Riprendendo il suo partner Visegrád Viktor Orbán, Babis ha parlato anche di come egli vorrebbe aumentare le bassa natalità del suo paese dove le donne, in media, hanno solo 1,7 figli.

Vogliamo far si che i cechi abbiano più figli”, ha detto Babis.

Dopo che il giornalista tedesco ha affermato che è “non è molto amico del clima” visto che vorrebbe instituire incentivi statali per incentivare le persone ad avere più figli, Babis ha risposto, “Io ho quattro figli. Probabilmente sono dannose per il clima “.

In Germania, un paese in cui una gran parte della popolazione sembra aver perso contatto con la realtà, ci sono alcuni attivisti del clima che misurano tutto in termini di anidride carbonica e quindi, preferiscono limitare la fertilità.”

Babis ha continuato a dire che le uniche persone che possono migrare nella Repubblica Ceca devono essere invitate dal governo.

Accogliamo con favore gli stranieri, oltre il cinque per cento della nostra popolazione è nato all’estero, ma siamo noi che decidiamo chi viene qui e chi no”.

Durante la sua permanenza in carica come leader del piccolo paese dell’Europa centrale, Babis non ha esitato nella sua opposizione alla migrazione di massa dal terzo mondo – qualcosa di cui i tecnocrati dell’UE non sono certamente soddisfatti.

In passato, Babis ha suggerito che l’UE dovrebbe modellare la propria politica in materia di asilo, prendendp come esempio il modello australiano, che elabora le richieste di migrazione quando i richiedenti sono ancora al di fuori del paese.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento