Opinioni / Politica

Il Primo Ministro Orbán aveva ragione sulla migrazione e merita delle scuse

Il Primo Ministro Orbán aveva ragione sulla migrazione e merita delle scuse

Fonte: Die Presse
Il primo ministro ungherese Viktor Orbán aveva ragione quando aveva messo in guardia sulla crisi migratoria nel 2015 e sul modo sbagliato con cui veniva gestita, aveva ragione anche sulla costruzione di recinzioni e sul rifiuto della migrazione,
Tuttto questo è ora visto come la scelta giusta da fare a posteriori da altre potenze europee. Fonte: Christian Ortner di Die Presse.

Se l’Unione europea avesse gestito nel 2015 [la crisi migratoria] come fa adesso la Grecia, avrebbe risparmiato all’Europa l’ascesa del nazionalismo estremo, dozzine di attacchi islamisti e una grande quantità di costi associati“, scrive Ortner.

L’editorialista austriaco ritiene che Orbán meriti le scuse dell’ex cancelliere austriaco Werner Faymann, che nel 2015, quando l’Ungheria ha iniziato a costruire una recinzione al confine meridionale con la Serbia, ha paragonato il governo ungherese al regime di Hitler a causa della sua gestione della crisi migratoria.

Il leader ungherese merita anche le scuse del cancelliere tedesco Angela Merkel, che ora sostiene la difesa delle frontiere esterne, ma nel 2015 ha affermato che un tale compito sarebbe irrealizzabile e ha criticato con arroganza Orbán.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento