Islam / Migranti / Politica

Il Regno Unito prepara un nuovo disegno di legge che farebbe dell’ingresso illegale un reato penale

Il Regno Unito prepara un nuovo disegno di legge che farebbe dell’ingresso illegale un reato penale

Lunedì almeno 430 migranti hanno attraversato la Manica per raggiungere il Regno Unito.
Lo ha reso noto il ministero dell’Interno britannico, precisando che sta facendo tutto il possibile per ridurre l’immigrazione clandestina.

Decine di uomini, donne hanno attraversato il mare su piccole barche. Il gruppo più numeroso, che era di circa 50 persone, è sbarcato al largo delle coste di Dungeness, nel Kent.

Il precedente record per i migranti in arrivo in un solo giorno era dello scorso settembre. All’epoca, le autorità registrarono 416 persone.

Nel corso di quest’anno, più di 8.000 rifugiati su 345 imbarcazioni sono arrivati in Gran Bretagna. La stragrande maggioranza di queste barche non sono costruite per l’impegnativo viaggio attraverso il mare. Inevitabilmente, alcuni dei tentativi di attraversare finisce in tragedia.

Il dipendente del ministero dell’Interno Dan O’Mahoney, responsabile della migrazione attraverso la Manica, ha detto che bisogna chiamare “criminali coloro che consentono queste traversate attraverso il mare”.

“Le persone dovrebbero chiedere asilo nel primo paese sicuro in cui entrano e non rischiare la vita attraverso questi pericolosi attraversamenti”, ha detto O’Mahoney.

Piani controversi del temuto ministro

Il ministero dell’Interno ha detto di voler intervenire contro l’immigrazione clandestina. Il ministro Priti Patel ha promesso di introdurre una legge che aiuti i richiedenti asilo ad arrivare in un “paese terzo sicuro”.

L’ingresso illegale nel Regno Unito (anche ai fini della richiesta di asilo) sarebbe un reato penale ai sensi della legge proposta. Allo stesso tempo, la nuova legislazione darebbe alle guardie di frontiera britanniche il potere di intercettare le imbarcazioni e costringerle a tornare in Francia.

Tuttavia, la parte più controversa della proposta è che il ministero potrebbe inviare richiedenti asilo all’estero anche durante la valutazione della loro domanda. Patel probabilmente ha tratto ispirazione dall’Australia.

Tra i paesi proposti in cui vorrebbe inviare rifugiati ci sono Ruanda, Gibilterra e Isola dell’Ascensione.

Il partito laburista di opposizione ha criticato i piani di Patel, avvertendo che il governo potrebbe finire per perseguire “enti di beneficenza che salvano vite in mare al largo delle coste britanniche” (le immancabili ONG).

Secondo le Nazioni Unite, il disegno di legge proposto viola chiaramente la Convenzione del 1951 relativa allo status dei rifugiati.

Immagine del titolo: Una nave della Border Force porta un gruppo di persone che si ritiene siano migranti nella città portuale di Dover, in Inghilterra, da piccole imbarcazioni, sabato 8 agosto 2020. Il governo britannico afferma che rafforzerà le misure di frontiera poiché il clima estivo calmo ha spinto un numero record di persone a tentare il rischioso attraversamento marittimo di piccole navi dalla Francia settentrionale all’Inghilterra. (AP Photo/Kirsty Wigglesworth)

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento