Politica / World News

Il ritorno dei Gilet gialli

Il ritorno dei Gilet gialli

Qualche fischietto, tanto colore, ma una partecipazione al di sotto delle aspettative. Da Parigi a Lione, Marsiglia e altre città francesi, i gilet gialli tornano a scendere in piazza, ma con numeri a inizio giornata ancora piuttosto bassi. A mobilitare è ancora spesso la battaglia per il potere d’acquisto. “Milito con i gilet gialli fin dall’inizio perché non abbiamo più libertà, il potere d’acquisto è ai minimi e siamo tutti disgustati”, dice una manifestante a Parigi.

Un momento della manifestazione a ParigiMichel Euler

A quasi due anni dall’inaugurazione del movimento, a far tornare molti militanti in piazza è l’impressione di non aver ottenuto molto. “Continuiamo a scendere in strada perché abbiamo bisogno di essere ascoltati – dice uno di loro -. Le abbiamo provate tutte: dicendo la nostra, provando a discutere, a negoziare. Oggi constatiamo però che i risultati sono pari a zero e che la situazione si aggrava”.

Partecipanti alla manifestazione di Parigi

Qualche tensione già in mattinata a Parigi, dove la polizia ha effettuato circa duecento fermi. Sempre nella capitale francese, anche qualche sporadico atto di vandalismo, con un’auto e dei cassonetti dati alle fiamme.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento