World News

Il Sudan elimina l’insegnamento del Corano per gli alunni più giovani

Il Sudan elimina l’insegnamento del Corano per gli alunni più giovani

Il direttore del Centro nazionale per i curricula e la ricerca educativa, Dr Omar al-Qairi ha annunciato che il Sudan impedirà ai bambini dell’asilo e della scuola materna di apprendere il Corano in base alle riforme che verranno messe in atto durante il prossimo anno accademico.

I cambiamenti su larga scala saranno per lo più osservati nel sistema educativo della scuola materna, secondo una registrazione audio ascoltata dall’editore del punto vendita sudanese Matarees.

Nell’audio si sente Al-Qairi che spiega che la ristrutturazione consisterà nel dividere l’asilo in due fasi; il primo comprenderà bambini di età compresa tra i tre e i quattro anni e comporterà “solo giochi“.

La seconda fase vedrà gli alunni insegnare l’alfabeto sia in arabo che in inglese.

L’apprendimento del Corano sarà eliminato dall’asilo nel suo insieme, ha detto Al-Qairi, aggiungendo che verrà inserito nella scuola elementare.

Gli studenti dell’asilo e della scuola materna invece eserciteranno e memorizzeranno le canzoni nazionaliste che instillano in loro l’amore per il loro paese.

I poeti sono stati incaricati di comporre il nuovo materiale patriottico, ha spiegato.

Nel frattempo, il governo ha fermato la trasmissione di Radio Al-Furqan, che trasmette il Corano.

In una dichiarazione, i conduttori radiofonici hanno dichiarato:

Privare milioni di ascoltatori che si sono abituati ad ascoltare il programma radiofonico che ora fa parte della loro vita è una grande ingiustizia, in quanto contraddice il principio di libertà che solleva preoccupazioni su questo governo. Tacere la voce del Corano priva le persone di bontà, e in essa sfida anche il libro di Dio Onnipotente ed è un insulto a coloro che ci credono e a coloro che lo ascoltano durante il giorno e la notte attraverso Radio Al-Furqan “.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento