World News

Il tribunale pakistano chiede l’impiccagione dell’ex leader Musharraf, anche se dovesse morire prima di scontare la pena capitale

Il tribunale pakistano chiede l’impiccagione dell’ex leader Musharraf, anche se dovesse morire prima di scontare la pena capitale

Il Pakistan sta compiendo la sua orribile vendetta contro l’ex presidente Pervez Musharraf.

Un tribunale speciale giovedì – giorni dopo aver condannato a morte Musharraf per tradimento – chiede che venga impiccato fuori dal parlamento anche se dovessere morire prima di poter scontare la pena. Fonte: Reuters.

Il suo cadavere (dovrebbe) essere trascinato fino a D-Chowk, Islamabad, Pakistan, e impiccato per tre giorni“, ha dichiarato il tribunale in una nota.

PERVEZ MUSHARRAF DICE “SONO STATO VITTIMIZZATO”

Musharraf, che è stato sottoposto a cure mediche a Dubai, è stato condannato a morte in contumacia martedì con l’accusa di alto tradimento derivante dalla sua decisione di sospendere la costituzione e incarcerare alcuni giudici nel 2007. I suoi avvocati hanno affermato che faranno appello.

Alcuni legali hanno detto a Reuters che la direttiva emessa giovedì dal tribunale è incostituzionale ed esclusivamente simbolica.

Secondo quanto riferito, il governo pakistano ha rivisto la condanna a morte e trovato “lacune e debolezze“, Fonte: Ministro dell’Informazione Firdous Ashiq Awan.

Akhtar Sheikh, avvocato dell’ex sovrano militare pakistano Gen. Pervez Musharraf, parla ai media al di fuori di un tribunale a seguito di una decisione del tribunale di Islamabad, in Pakistan, il 17 dicembre 2019. La corte pakistana ha condannato a morte Musharraf in un caso di tradimento relativo a lo stato di emergenza che ha imposto nel 2007 mentre era al potere, hanno detto i funzionari. Musharraf, apparentemente malato e in cura a Dubai, dove vive, non era presente in aula. (Foto AP / Anjum Naveed)

 

Musharraf è molto malato e difficilmente tornerà a casa per affrontare la sentenza. Il Pakistan e gli Emirati Arabi Uniti non hanno un trattato di estradizione ed è improbabile che le autorità degli Emirati arrestino Musharraf.

Se dovesse tornare, tuttavia, Musharraf avrebbe il diritto di contestare la sua condanna in tribunale.

Musharraf prese il potere in un colpo di stato del 1999, ma fu costretto a dimettersi nel 2008. Gli fu permesso di espatriare su cauzione nel 2016 per sottoporsi a cure mediche all’estero

In una famigerata epurazione nel 2007, Musharraf ha imposto uno stato di emergenza e ha posto diversi giudici agli arresti domiciliari nella capitale Islamabad e in altre città del Pakistan.

Ma fallito li suo tentativo di sospendere la costituzione, diffuse proteste da parte della potente comunità legale del paese costrinsero Musharraf a lasciare il paese.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento