World News

Il viceministro della sanità iraniano risulta positivo al coronavirus

Il viceministro della sanità iraniano risulta positivo al coronavirus

 

Il parlamentare di Teheran, conferma di essere risultato positivo.

Il viceministro della sanità iraniano si è rivelato positivo al coronavirus gravemente propagatosi nel paese che ha già causato la morte di 15 persone.

Iraj Harirchi tossiva di tanto in tanto e sembrava sudare durante una conferenza stampa a Teheran lunedì con il portavoce del governo Ali Rabiei.

In un video trasmesso dalla televisione di stato, il viceministro ha assunto un atteggiamentoa coraggioso ammettendo di essere stato infettato.

 

Anch’io sono stato infettato dal coronavirus“, ha detto Harirchi nel video apparentemente girato da solo. “Ho la febbre da ieri sera e il mio test preliminare è stato positivo“, ha detto.

Da allora mi sono isolato. Qualche minuto fa, mi è stato detto che il mio test finale risulta positivo e ora sto iniziando ad assumere farmaci.”

Anche un parlamentare iraniano che rappresenta Teheran è risultato positivo.

Il mio test corona è positivo … Non ho molte speranze di continuare la vita in questo mondo“, ha scritto Mahmoud Sadeghi su Twitter.

Nello stesso messaggio, ha invitato il capo della magistratura iraniana a liberare i prigionieri politici per impedire loro di essere infettati e per consentire loro di trascorrere la durata dell’epidemia con le loro famiglie.

L’Iran ha confermato altri tre decessi e 34 nuovi infettati martedì, portando il bilancio delle vittime complessivo del paese a 15 e i contaggiati a 95.

Secondo il ministero della salute, la maggior parte delle morti e delle infezioni al di fuori di Qom sono tra le persone che hanno recentemente visitato la città santa.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento