Islam

India: Musulmani tagliano naso e genitali a ragazzo indù di 14 anni, poi lo uccidono, per la sua amicizia con ragazza musulmana

India: Musulmani tagliano naso e genitali a ragazzo indù di 14 anni, poi lo uccidono, per la sua amicizia con ragazza musulmana

Un giovane indù di 14 anni Kolli Mahesh, uno studente di classe 9 che studiava in una scuola governativa di Naribol, è stato brutalmente assassinato per aver sviluppato una stretta amicizia con una ragazza di 14 anni di una colonia vicina nel villaggio.

In un raccapricciante omicidio, un ragazzo di 14 anni è stato assassinato e il suo corpo è stato gettato nel fiume Bhima nel distretto di Kalaburagi nel Karnataka alla fine del mese scorso per essere stato in amicizia con una ragazza della comunità musulmana.

Secondo i rapporti- un giovane indù di 14 anni Kolli Mahesh, uno studente di classe 9 che studiava in una scuola governativa di Naribol – è stato brutalmente assassinato per aver sviluppato una stretta amicizia con una ragazza di 14 anni di una colonia vicina nel villaggio.

L’omicidio è stato segnalato per la prima volta il 27 febbraio dopo che gli abitanti del villaggio hanno recuperato un cadavere nel fiume Bhima a pochi chilometri dal villaggio. La polizia si è precipitata sul posto e tirò fuori il cadavere che era infilato all’interno di un sacco di plastica, solo per trovare un corpo decomposto. La polizia ha identificato il cadavere con l’aiuto dei suoi familiari. Secondo la polizia, il naso e i genitali del ragazzo sono stati tagliati prima di dell’uccisione.

Secondo Swarajya, lo zio del ragazzo deceduto, Vishwanath, Mahesh se uscì di casa la sera del 22 febbraio, dicendo che sarebbe andato in un tempio e sarebbe tornato entro 15 minuti. Poiché non tornava, la famiglia divenne ansiosa e chiese del ragazzo ai suoi amici.

Uccisa a causa di una stretta relazione con una ragazza musulmana

La famiglia in seguito apprese che Mahesh aveva sviluppato una stretta amicizia con una ragazza musulmana. Gli amici del ragazzo deceduto hanno anche detto che Mahesh le aveva regalato un cellulare. Il padre e lo zio di Mahesh andarono a casa della compagna di classe. La ragazza, che è più giovane di Mahesh, ha restituito il cellulare.. In seguito, i familiari del ragazzo, presentarono una denuncia di persona scomparsa alla stazione di polizia di Jewargi.

Nel corso delle indagini della polizia è emerso che la madre della ragazza aveva avvertito il ragazzo di non visitare la loro zona e di lasciare in pace la figlia. La madre ha anche cercato l’aiuto di un parente per avvertire il ragazzo.

Secondo la polizia, il 22 febbraio, lo zio della ragazza, identificato come Mehboob, avrebbe portato via il ragazzo dal suo villaggio con il pretesto di parlargli.

Parti intime e naso tagliato

Cinque giorni dopo, il cadavere di Mahesh è stato trovato a pochi chilometri dal villaggio di Naribola. Gli abitanti del villaggio sono rimasti scioccati nel vedere che la parte privata e il naso del ragazzo erano stati tagliati.

Mallikarjun Kolli, il padre del ragazzo minore, ha detto che suo figlio era stato costretto a bere e a fumare ganja, e gli assalitori lo hanno ucciso quando era intossicato. “Invece di uccidere mio figlio, avrebbero dovuto parlarmi”.

Nel frattempo, la polizia ha arrestato Mehboob e due dei suoi complici in relazione al caso.

È stato presentato un caso contro la madre della ragazza e il suo amico Mehboob ai sensi delle sezioni 363 (rapimento), 302 (omicidio), 201 (occultamento delle prove) e sezioni della legge sc/st prevenzione delle atrocità. La famiglia ha dichiarato di aver ricevuto un risarcimento dal governo statale ai sensi della legge sulla prevenzione delle atrocità sc/st.

L’attivista e attore Pranitha Subhash ha condannato l’uccisione di Mahesh Kolli e ha detto che era impossibile immaginare cosa avesse passato Mahesh Koli. “Mi auguro che si adottino le misure più severe contro i colpevoli”, ha aggiunto.

Anche l’attivista Shefali Vaidya ha scritto su twitter per condividere i dettagli dello scioccante omicidio.

“Sai cosa c’è in quel sacco? Il corpo mutilato di un ragazzo indù di 14 anni Mahesh Kolli, che è stato rapito, torturato e ucciso, gli hanno tagliato il naso e le parti intime presumibilmente per aver regalato a una ragazza Muzlim un cellulare”.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento