Islam

Iran: Balla in pubblico senza hijab spintonata a terra e trascinata per i capelli

La folla applaude ed esulta.

Iran: Balla in pubblico senza hijab spintonata a terra e trascinata per i capelli
  • La donna è stata trascinata attraverso una strada trafficata nella città di Rasht
  • Nel video si vrede una folla di uomini prima che qualcuno si avvicini alla donna.
  • Uno di loro la spintona per terra e sale un forte applauso mentre viene trascinata
  • Un attivista iraniano ha detto che la donna aveva ballato con la testa scoperta

La donna è in piedi nella piazza centrale di una strada trafficata mentre viene derisa dagli uomini nella città di Rasht, sulla costa del Mar Caspio in Iran.

La folla sembrava sbigottita nel vederla ballare e soprattutto senza hijab prima che alcuni uomini si avvicinassero a lei, uno di loro la prende per la testa e la costringe a terra. Poi le prende le caviglie e la trascina brutalmente sull’asfalto, provocando un grande applauso.

La donna in uno scontro con la folla di uomini mentre si trova nella piazza centrale di una strada trafficata nella città di Rasht, in Iran

Un gruppo le si avvicina mentre viene cirondata da una folla rumorosa, la donna viene trascinata selvaggiamente sull’asfalto

Secondo la giornalista e attivista iraniana Masih Alinejad, è stata punita perché la sua testa era scoperta e stava ballando.

La vittima si sente mentre urla per tutto il filmato mentre gli uomini in sottofondo ridono.

Il codice di abbigliamento islamico, in vigore dalla rivoluzione del 1979, considera il velo obbligatorio per qualsiasi donna di età superiore ai 13 anni in Iran e afferma che le donne dovrebbero coprirsi dalla testa ai piedi.

La violazione delle regole può comportare multe fino a 500.000 rial (£ 17) e fino a due mesi di reclusione.

Uno degli uomini l’afferra e la spintana per terra prima di prenderla per le caviglie e trascinarla attraverso la piazza

Alcuni uomini parlano con la donna prima della violenza

Il presidente Hassan Rouhani, che è salito al potere nel 2013 promettendo una posizione più moderata, ha precedentemente affermato che non è compito della polizia imporre regole religiose come quelle che costringono le donne a coprirsi i capelli.

Ma nell’aprile 2016, i funzionari hanno detto che c’erano 7.000 poliziotti sotto copertura che riferivano di cose come “cattivo hijab” – un termine generico che di solito si riferisce a vestiti non islamici indossati dalle donne.

La polizia stradale di Teheran ha reso noto che alla fine del 2015 avevano trattato 40.000 casi di cattivo hijab in auto, dove le donne spesso lasciavano cadere il velo sul collo.

Questi casi hanno generalmente portato a multe e al sequestro temporaneo del veicolo.

Salva

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento