Italia / Politica

Italia: Estremista di sinistra tenta di assalire l’ex Ministro Salvini nelle strade di Napoli

Italia: Estremista di sinistra tenta di assalire l’ex Ministro Salvini nelle strade di Napoli

Un attacco da parte di un estremista di sinistra al leader della Lega Matteo Salvini per le strade di Napoli è stato sventato la scorsa settimana.

L’estremista di sinistra che ha tentato di assalire l’ex Ministro Salvini, è stato catturato e nel video si vede che prova a puntare Salvini mentre urla improperi al leader nazionale.

Per fortuna, grazie alla velocità con cui le guardie del corpo di Salvini hanno reagito, l’estremista di sinistra non è stato in grado di toccare il leader della Lega che si è ormai abituato a ricevere minacce di violenza dalla sinistra e dai migranti.

Nei giorni precedenti l’arrivo di Salvini a Napoli, sono state fatte minacce e abusi da vari individui e organizzazioni. Poco prima del suo arrivo, gruppi di estrema sinistra hanno riempito di graffiti le mura della città con insulti rivolti a Salvini.

Purtroppo, la violenza di sinistra diretta a membri del partito della Lega non è un fenomeno particolarmente nuovo, anche se sta diventando sempre più frequente.

Nel mese di agosto del 2018, gli estremisti di estrema sinistra in Italia hanno fatto esplodere una bomba in un ufficio del partito della Lega a Treviso.

Lo scorso aprile, due immigrati marocchini sono stati arrestati per il loro collegamento ad un altro attentato dinamitardo contro un ufficio della Lega a San Valentino Torio.

Questa settimana, la visita prevista di Salvini alla fiera di San Martino a Santarcangelo di Romagna, è stata osteggiata dal leader locale di estrema sinistra dell’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia (ANPI) che ha fatto velate minacce contro l’ex Ministro degli Interni.

Giusi Delvecchio, ha dichiarato :

“L’annuncio di Salvini, di volere attraversare la piazza nel momento clou della festa assieme alla candidata alla presidenza alla regione un po’ ci inquieta, non fosse altro per la confusione di quei giorni poco compatibile con la passeggiata di personalità che girano con la scorta e per le inevitabili resse di ammiratori e non che si potrebbero creare”.

“Come associazione nazionale partigiani d’Italia – ha proseguito, invitando a rinviare la visita – vorremmo fare un appello al suo ‘senso di sicurezza’ che tanto ha infuso nelle nostre menti in questo periodo: com’è possibile conciliare la calca delle persone che transitano sotto le corna dell’Arco clementino con la ‘passeggiata’ di un onorevole scortato dalla polizia, che scatena vortici di folla al suo passaggio? Non sarebbe più utile che il momento di passerella politica si svolgesse in un clima di maggiore sicurezza per Lei e per chi La circonda?”.

In risposta alla dichiarazione di Delvecchio, Salvini ha detto di avere il ditirro di partecipare alla manifestazione come qualsiasi altro cittadino italiano.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento