Italia / Politica / World News

Italia: i tifosi di calcio si scontrano con la polizia nella protesta antigovernativa

Italia: i tifosi di calcio si scontrano con la polizia nella protesta antigovernativa

Sabato scorso I critici della risposta del governo italiano alla pandemia del coronavirus Wuhan (COVID-19) si sono scontrati con la polizia a Roma. Tra i manifestanti c’erano parecchi tifosi di calcio e attivisti.

Circa 2.000 persone si sono riunite al Circo Massimo di Roma sabato per protestare contro le politiche del governo. Le proteste di massa sono diventate una caratteristica regolare della vita italiana nelle ultime settimane, ma questa è stata la prima ad essere organizzata specificamente dalle società calcistiche.

Finora l’Italia ha subito più di 30.000 morti a causa del virus e il prodotto interno lordo del paese è crollato dell’8,3% a causa del blocco, rendendo l’Italia uno dei paesi più colpiti d’Europa. La disoccupazione è molto grande.

Uno degli organizzatori della protesta, il gruppo Boys of Italy, aveva detto sui social media che la manifestazione non sarebbe stata violenta e non avrebbe portato alcun messaggio politico specifico. Hanno dichiarato di essere in piedi “side-by-side” con quegli italiani che “non sanno più come mettere un piatto sul tavolo per i loro figli”, secondo un rapporto di The Local.

“Siamo qui per far capire al mondo intero che oggi in Italia ogni categoria di lavoratori è devastata e distrutta da un governo che in realtà non fa gli interessi degli italiani”, ha detto un manifestante a Reuters.

Vi hanno preso parte diverse grandi squadre di calcio, tra cui la Lazio.
L’Inter, tuttavia, si è rifiutata di partecipare perché l’evento era troppo politico.

L’evento si è svolto tranquillamente fino a quando un manifestante ha iniziato a parlare con i media, che ha portato ad un alterco tra lui e un altro manifestante. I manifestanti hanno iniziato quindi a lanciare bottiglie, pietre e bombe fumogene contro la polizia e i giornalisti, gridando “giornalisti, terroristi” (è probabile fossero infiltrati di sinistra).

La polizia ha formato una barriera difensiva, cercando di tenere la folla sotto controllo. Hanno finito per usare cannoni ad acqua e gas lacrimogeni per controllare la situazione.

Otto persone sono state arrestate. Dopo la risposta della polizia, la folla si è ridotta a poche centinaia di persone.

L’Italia è rimasta delusa anche dalla risposta dell’Unione europea alla crisi, molti italiani si sono sentiti traditi e vogliono lasciare il blocco.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento