Italia / Politica

Italia: Salvini chiede un’alleanza di partiti dell’opposizione di destra

Italia: Salvini chiede un’alleanza di partiti dell’opposizione di destra

Matteo Salvini, leader del partito della Lega in Italia, ha chiesto che i partiti di opposizione di destra del Paese si fondano in un’alleanza come forza parlamentare unificata, mentre Fratelli d’Italia (FdI) e Forza Italia (FI) temono di perdere l’indipendenza, secondo quanto riportato dalla stampa di domenica.

Allo stesso tempo, Salvini ha annunciato l’intenzione di consolidare i partiti parlamentari di destra e di centrodestra in un’alleanza con il coinvolgimento di forze non parlamentari. Il primo passo congiunto sarà il pacchetto di proposte economiche che il centrodestra si appresta a presentare al governo questa settimana per compensare l’emergenza causata dall’epidemia.

“Un’alleanza aperta a tutti invierebbe uno straordinario segnale di unità del centrodestra e ne aumenterebbe l’efficacia politica”, ha detto Salvini. L’alleanza di partito, prevede Salvini, potrebbe formare una fazione parlamentare congiunta con gli attuali 254 deputati e 135 senatori dei tre partiti.

Secondo quanto riportato dalla stampa, Salvini vuole consolidare la triplice alleanza dei partiti di destra, in cui la Lega, che si attesta al 24 per cento, Fratelli d’Italia, salita sopra il 16 per cento, e Forza Italia, che ha l’8 per cento, sono in competizione interna. Il leader della Lega ha in mente la Camera delle Libertà (PdL), che nel 2009 unì il centrista berlusconiano Forza Italia e la Federazione nazionale di destra (AN) guidata da Gianfranco Fini. In quel caso, FI ha inghiottito AN e Gianfranco Fini si è ritirato dalla politica nel 2011.

Da sinistra, Silvio Berlusconi, Matteo Salvini , Giorgia Meloni e Giovanni Toti tengono l’ultimo comizio elettorale a Ravenna, venerdì 24 gennaio 2020

Sul suggerimento di Salvini, Antonio Tajani, vicepresidente di FI, è stato uno dei primi a rispondere, sottolineando che l’idea di un’alleanza va “presa in considerazione”. In una lettera aperta al quotidiano Corriere della Sera, Silvio Berlusconi si è preso il merito della fondazione del centrodestra in Italia e ha dichiarato che la destra non può vincere o governare oggi senza FI.

I politici di Fratelli d’Italia hanno convenuto sulla necessità di una maggiore alleanza tra le forze di centrodestra, ma la presidente del partito Giorgia Meloni ha risposto con cautela all’idea, dicendo: “Vedremo”.

Berlusconi inoltre non ha escluso una più stretta collaborazione tra il suo partito e le forze di governo di sinistra guidate dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte. Di conseguenza, tre membri di FI si sono spostati nelle file della fazione della Lega per protestare contro la posizione di Berlusconi.

I bond che legano i partiti di centrodestra saranno messi alla prova da martedì, quando il Parlamento inizierà a votare le misure di bilancio suppletive del governo, sostenute da FI di Berlusconi mentre vengono respinte da Lega e FdI.

Salvini vuole assumere una volta per tutte la guida della coalizione di centrodestra, ben sapendo che una lunga epidemia potrebbe anche indebolire la forza della Lega mentre si prepara a governare. Berlusconi, come ha sempre fatto negli ultimi decenni, è riluttante a rinunciare al controllo della destra in Italia, e la presidente di FdI Giorgia Meloni, con la sua crescente influenza, si vede al posto di guida piuttosto che Salvini.

Un fattore importante nell’equazione è l’impero mediatico di Berlusconi. Il gruppo Mediaset, posseduto per il 44 per cento dalla famiglia Berlusconi, è destinato all’acquisto da parte della francese Vivendi. Il governo Conte, in particolare il Movimento Cinque Stelle (M5S), è pronto a ritardare fino a sei mesi l’acquisto deifrancesi di Mediaset. Il M5S, a favore di Berlusconi, propone l’accordo della vendita di Mediaset a favore dei francesi in cambio dei voti del partito di FI di Berlusconi sulle misure di governo.

Immagine del titolo: L’ex ministro dell’Interno e leader della Lega Matteo Salvini partecipa a un comizio di partito a San Giovanni La Punta, vicino a Catania, in Sicilia, venerdì 12 ottobre 2020. (Mauro scrobogna/LaPresse via AP)

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento