Italia / Migranti / Politica

Italia: Stufa della politica del PRIMO ministro Conte, la Sicilia prende in mano il controllo dell’immigrazione

Italia: Stufa della politica del PRIMO ministro Conte, la Sicilia prende in mano il controllo dell’immigrazione

Fonte: Remix
Il governatore Siciliano Nello Musumeci ne ha abbastanza della gestione lassista della crisi dei migranti da parte del governo di sinistra del primo ministro Giuseppe Conte e ha preso in mano la situazione emettendo un’ordinanza che inasprisce le norme sull’immigrazione sull’isola. Fonte: quotidiano ungherese Magyar Horlap .

L’ordinanza introduce norme più severe sia per consentire l’approdo alle imbarcazioni dei migranti nei porti siciliani sia per le condizioni in cui i migranti possono rimanere sull’isola. A causa del crescente numero di nuovi casi di coronavirus, l’ordinanza introduce anche misure più severe di salute pubblica per la popolazione locale.

“Le tendopoli designate dal governo come centri di migranti sono inadeguate per metterli in quarantena. Le condizioni nei campi non permettono né di fermare la diffusione del virus, né impediscono la fuga dei migranti”, ha detto Musumeci alla stampa italiana.

Il governatore siciliano Nello Musumeci sta criticando le politiche migratorie del governo italiano.

L’ordinanza rende obbligatori i controlli sanitari per ogni migrante appena arrivato, con ammende ingenti per l’inosservanza.

Musumeci, che ha detto che “Conte ha abbandonato l’Italia e la Sicilia”, ha chiamato il governo per settimane per dichiarare lo stato di emergenza sull’isola.

La migrazione è messo in prima linea l’Italia quest’estate. Il paese ha recentemente affrontato un’evasione di massa di oltre 700 migranti che sono stati messi in quarantena coronavirus,di cui oltre 520 in fuga dalle autorità del porto siciliano di Porto Empedocle. Alla fine di luglio, oltre 11.000 migranti sono arrivati sulle coste italiane in una sola settimana.

L’incapacità del governo italiano di contenere la crisi ha aggiunto carburante alle critiche del leader del partito della Lega Matteo Salvini, che afferma che il governo non ha più il controllo della migrazione.

“Questo governo mette in pericolo l’Italia con controlli aggressivi e sproporzionati per gli italiani, lasciando che centinaia di immigrati potenzialmente infetti fuoriescano dai centri di migranti”, ha scritto Salvini in un messaggio su Facebook.

Questa immagine tratta da un video mostra un traghetto che ospita i migranti appena arrivati ormeggiata al porto di Porto Empedocle, nel sud Italia, mercoledì 24 giugno 2020.
Il governatore siciliano dice che 28 migranti soccorsi in mare sono risultati positivi al coronavirus. La scoperta del più grande cluster di virus mai visto tra i migranti appena arrivati suggerisce una nuova complicazione negli sforzi dell’Italia per gestire ondate di migranti contrabbandate attraverso il Mediterraneo dall’Africa.

Musumeci ha anche detto che il governo non ha alcun piano per la gestione dei migranti.

La nuova ordinanza di Musumeci consente solo di accogliere i migranti in luoghi precedentemente approvati dalle autorità sanitarie, rendendo la responsabilità del governo centrale di trovare tali posti.

All’interno del sistema politico italiano, la Sicilia è un’entità semi-indipendente, con poteri esecutivi nelle mani del governo regionale, mentre i poteri legislativi sono condivisi tra Roma e l’assemblea regionale.

Nel frattempo, la campagna elettorale locale nelle province della Toscana, della Liguria, della Campania, della Puglia, del Veneto e delle Marche è in pieno svolgimento.

Il voto del 20-21 settembre potrebbe anche essere fondamentale per il futuro del governo di sinistra di Conte.
La battaglia più grande sarà per la Toscana, dove Susanna Ceccardi, candidata alla Lega ed ex eurodeputata della Lega, sta sfidando la regola decennale della sinistra, con il forte sostegno di Matteo Salvini, che ha condotto un’intensa campagna.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento