Islam / Italia / Migranti

‘Italiani, vi taglieremo la gola’ – I migranti girano video musicali controversi nel centro di accoglienza in Sardegna

‘Italiani, vi taglieremo la gola’ – I migranti girano video musicali controversi nel centro di accoglienza in  Sardegna

Un video musicale girato in un centro di accoglienza in Sardegna mostra i migranti del Nord Africa ballare e cantare mentre minacciano di tagliare la gola agli italiani.

I testi grafici non hanno impedito ad alcuni esponenti di sinistra di difendere i clandestini, sostenendo che la “differenza culturale” o gli elementi linguistici del linguaggio street hip-hop spiegano i testi. Fonte: piattaforma di notizie Libero Quotidiano.

Il video dei migranti, che attualmente si trovano in un centro di accoglienza in attesa di conoscere lo stato delle loro domande di asilo, sta facendo il giro sui social network. È stato inizialmente condiviso dal popolare account Twitter radio Savana.

“Gli immigrati clandestini africani minacciano di tagliarci la gola. Gli italiani sono in isolamento mentre gli immigrati clandestini nel centro di accoglienza in Sardegna girano video musicali, fuggono, rubano, molestano minori, combattono, si ubriacano, attaccano la polizia e altro ancora”, ha scritto Radio Savana a proposito del video.

Lo ha notato il leader della Lega Matteo Salvini, criticando l’attuale governo per aver permesso ai migranti clandestini di entrare nel Paese.

“Immigrati clandestini nordafricani nel centro di accoglienza in Sardegna in un video musicale! Accompagnato da un bel messaggio: “Italiani, ti taglieremo la gola”. Complimenti al duo Conte-Lamorgese per l’infinita umiliazione inflitta al popolo italiano accogliendo chi porta la guerra nelle nostre case”, ha scritto Salvini su Facebook.

Il mese scorso, Radio Savana ha anche condiviso un video di migranti che brandiscono coltelli mentre viaggiavano illegalmente in Italia.

“Barca piena di immigrati clandestini nordafricani con coltelli arriva a Lampedusa. Si eccitano con la musica, cantano, ballano e ci mostrano un coltello. Conte sta scaricando ex detenuti in Italia: la crème de la crème delle carceri tunisine”, ha scritto.

Salvini si è detto contrario al grande afflusso di migranti da quando il governo di sinistra ha preso il controllo del Paese, tra cui migliaia di sbarchi a Lampedusa avvenuti il mese scorso. Il mortale attentato terroristico di Nizza, in Francia, il mese scorso è stato compiuto da un migrante sbarcato a Lampedusa e direttosi illegalmente in Francia per compiere l’attentato.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento