World News

Kerry: (Obama) “Abbiamo dato [all’Iran] un bel po ‘di soldi”

Kerry: (Obama) “Abbiamo dato [all’Iran] un bel po ‘di soldi”

In una dimostrazione di incredibile duplicità, l’ex segretario di stato per l’amministrazione Obama, John Kerry, ha detto dei miliardi di dollari che l’amministrazione Obama ha dato all’Iran: “Abbiamo dato loro un po ‘di denaro“.

Kerry e l’ex presidente Obama sono stati recentemente criticati per aver distribuito miliardi di dollari al regime iraniano, che secondo i funzionari dell’amministrazione Trump hanno finanziato direttamente i progetti terroristici dell’Iran in Medio Oriente oltre ad uccidere centinaia di truppe americane e migliaia di altre.

La “piccola parte” a cui Kerry si riferiva erano gli 1,7 miliardi di dollari che erano stati essenzialmente pagati come riscatto al regime iraniano dopo l’accordo con l’Iran per liberare i prigionieri americani incarcerati.

 

Inoltre, l’accordo con l’Iran ha liberato $ 150 miliardi in misure sanzionatorie sbloccando attività iraniane detenute in banche di tutto il mondo. Secondo il Washington Post, il Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti ha stimato che all’Iran fossero rimasti circa $ 55 miliardi e che fossero a sua disposizione dopo aver pagato i suoi debiti.

Kerry, tuttavia, ha ammesso che “il denaro è fungibile” e potrebbe essere usato per finanziare il terrorisno, così come è stato nel 2016 quando è stato effettuato il pagamento.

In onda, Kerry ha affermato che $ 1,3 miliardi del pagamento di $ 1,7 erano interessi dovuti all’Iran per un accordo passato che non era stato rispettato. Pagando all’Iran i soldi, Kerry ha affermato che l’amministrazione Obama ha effettivamente salvato i dollari dei contribuenti statunitensi.

Al momento del pagamento di 1,7 miliardi di dollari, tuttavia, i funzionari del Dipartimento di Stato hanno ammesso che il pagamento degli interessi era stato ritardato per “effetto leva sui prigionieri“.

I Funzionari statunitensi hanno anche ammesso che gli iraniani hanno richiesto il pagamento in modo da poter dimostrare di aver guadagnato “qualcosa di tangibile” dallo scambio di prigionieri, nonostante il fatto che gli Stati Uniti abbiano rilasciato sette iraniani detenuti o incriminati negli Stati Uniti per violazioni delle sanzioni.

Kerry ha anche affermato che all’epoca l’Iran non aveva bisogno dei soldi per finanziare l’Islamic Revolutionary Guards Corps (IRGC). Tuttavia, fu dopo che i soldi furono dai all’Iran che l’IRGC aumentò notevolmente il terrorismo e le campagne espansionistiche in Siria, Yemen e Iraq.

Kerry è stato il principale negoziatore dell’accordo iraniano con l’amministrazione Obama – un accordo che ha permesso all’Iran di monitorare le proprie ispezioni, continuare il suo programma missilistico balistico e arricchire l’uranio.

Trump ha ritirato l’accordo a maggio 2018.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento