Politica / World News

La Danimarca rifiuta il nuovo piano di ridistribuzione dei migranti dell’UE

La Danimarca rifiuta il nuovo piano di ridistribuzione dei migranti dell’UE

La Danimarca ha recentemente dichiarato che si rifiuterà di prendere parte al nuovo piano di ridistribuzione dei migranti proposto da Bruxelles e che alcuni Stati membri del blocco hanno adottato.

Il ministro danese per l’immigrazione e l’integrazione, Mattias Tesfaye, ha affermato che il suo paese non prenderà parte all’accordo che avrebbe distribuito i migranti appena arrivati ​​in vari stati membri. Fonte TheLocal.

Alla fine di settembre, alcuni Stati membri dell’UE durante una riunione a Malta hanno concordato di accogliere un numero maggiore di migranti nel tentativo di ridistribuirli . Ma la Danimarca non ha nessuna intenzione di aderire.

In particolare, non vogliamo prendere parte alla ridistribuzione concordata tra i paesi dell’UE, il cosiddetto accordo di Malta“, ha dichiarato Tesfaye durante l’incontro di martedì tra i ministri degli interni dell’UE a Lussemburgo.”Abbiamo invece chiesto alle Nazioni Unite se possiamo prendere rifugiati siriani dai campi profughi in Turchia“.

Il ministro danese ha quindi avvertito che il nuovo programma di ridistribuzione “incoraggerebbe più migranti a compiere il pericoloso viaggio attraverso il Mediterraneo.”

Penso che sia una soluzione a breve termine per quei paesi e dannossa per i nostri. Significherebba solo che un numero maggiore di barche salperà verso i porti europei “, ha affermato Tesfaye.

La nostra intenzione politica è di aiutare i rifugiati. Pertanto, un sistema con ridistribuzione automatica ci rende nervosi “, ha aggiunto.

Finora, a parte quattro paesi dell’UE che hanno redatto il piano di ricollocazione dei migranti, solo tre altri Stati membri hanno aderito al sistema: Irlanda, Portogallo e Lussemburgo.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento