Islam / World News

La Finlandia introduce ore di nuoto per sole donne per i musulmani

La Finlandia introduce ore di nuoto per sole donne per i musulmani

In un presunto tentativo di incoraggiare le donne musulmane ad imparare a nuotare, diverse piscine finlandesi, pubbliche e private, hanno introdotto ore e corsi speciali per sole donne orientate verso gli immigrati, Fonte: emittente finlandese Yle .

Lifesaving Federazione finlandese Nuoto dice che l’obiettivo a lungo termine è quello di formare ‘istruttori immigrati‘, in modo che possano insegnare agli altri nella propria lingua.
Il progetto sarà finanziato dai contribuenti attraverso l’Agenzia Nazionale Finlandese per l’Istruzione.

Inizialmente abbiamo avuto dubbi sul fatto che avremmo avuto abbastanza studenti per un corso completo, ma la risposta è stata ottima e abbiamo avuto moltissime domande”, ha detto Outi Penkkala, docente presso il Consorzio e Formazione Scolastico Regionale Raseko.

In tutta la Finlandia, ore di nuoto separati per uomini e donne sono diventate sempre più popolari.

Nonostante il loro approccio di segregazione di genere, i turni settimanali per sole donne hanno avuto un enorme successo.

Gulbahar , una donna musulmana afgana che vive in Finlandia ha dichiarato a Yle, “nuotare insieme agli uomini non è possibile. E ‘ vietato dalla nostra cultura “. Ha anche detto che non le era mai stata data la possibilità di fare il bagno nel suo paese d’origine.

In Finlandia e in diversi stati europei che hanno abbracciato l‘immigrazione di massa dal mondo musulmano, c’è ancora in corso un dibattito su ciò che dovrebbe essere consentito e sul tipo di costumi da bagno nelle piscine.

Mentre alcune piscine permettono alle donne di nuotare in abiti chiamati ‘burkini’, che hanno cappucci, maniche lunghe, e gambali, altri dicono che i burkini non dovrebbe essere consentiti, e che bisogna mantenere l’igiene e la sicurezza della piscina. Allo stesso tempo, molte delle piscine in Finlandia non consentono pantaloncini indossati come costume da bagno.

Le piscine che hanno vietato i burkini sono state accusate di discriminare in base al sesso e la religione.

Anche se i musulmani sono solo il 2,7 per cento della popolazione di 5,5 milioni della Finlandia, le richieste che hanno iniziato a fare alla società finlandese sono allarmanti.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento