World News

La Germania avverte gli ebrei di non indossare kippah in pubblico

La Germania avverte gli ebrei di non indossare kippah in pubblico

Gli attacchi antisemitici in Germania sono aumentati negli ultimi anni. L’anno scorso, un attacco a due uomini che indossavano yarmulke – noto anche come “kippah” – in una strada di Berlino provocò un diffuso sdegno nel paese.

Sabato il commissario antisemitismo del governo tedesco ha avvertito la comunità ebraica del paese di evitare di indossare gli yarmulke, i tradizionali copricapo ebraici per i maschi, in alcuni spazi pubblici a causa di un aumento dei crimini antisemiti.

Non posso consigliare agli ebrei di indossare la kippah ovunque in Germania”, ha detto Felix Klein in un’intervista del gruppo dei media Funke.

Il funzionario ha detto di aver “cambiato idea (in materia) rispetto a prima“.

Il numero di attacchi contro gli ebrei in Germania è aumentato da 1.504 nel 2017 a 1.646 nel 2018: un aumento del 10%. Il numero di casi violenti segnalati contro gli ebrei è salito da 37 a 62 nello stesso periodo, secondo le cifre ufficiali.

Il ministro della giustizia Katarina Barley ha dichiarato al quotidiano Handelsblatt che l’aumento è stato “vergognoso per il nostro paese“, ma ha aggiunto che la polizia era “vigile“.
L’anno scorso, un uomo che indossava la stella di David è stato picchiato e preso a calci proprio nel centro di Berlino. Alcune settimane prima, un incidente simile nella capitale della Germania ha causato l’indignazione pubblica e ha scatenato un dibattito a livello nazionale sull’antisemitismo quando un siriano di 19 anni ha attaccato un arabo-israeliano e il suo compagno con una cintura in pieno giorno. Entrambe le vittime indossavano yarmulkes in quello che era un presunto attacco antisemita.

Pregiudizio ‘profondamente radicato’

Dopo diversi episodi di violenza antisemita di alto profilo, la comunità ebraica tedesca si è appellata al governo per istituire un fondo antisemitismo per i gruppi che cercano finanziamenti pubblici.

Il commissario tedesco all’antisemitismo, Felix Klein, ha suggerito che polizia, insegnanti e avvocati dovrebbero essere meglio addestrati a riconoscere ciò che costituisce l’antisemitismo.
Secondo Klein, “la rimozione delle inibizioni e la rozzezza che sta aumentando nella società” sono fattori alla base della recente ondata antisemita.

 

Alcune settimane prima, Claudia Vanoni, la migliore esperta legale di Berlino sull’antisemitismo, ha affermato che l’antisemitismo è rimasto profondamente radicato nella società tedesca.

“L’antisemitismo è sempre stato qui, ma penso che di recente sia diventato di nuovo più forte, più aggressivo e flagrante“, ha detto Vanoni all’agenzia di stampa Agence France-Presse.

Gli analisti dicono che l’ascesa di gruppi politici di estrema destra in Germania ha anche contribuito all’antisemitismo nel paese. Parti come Alternative for Germany (AfD) mettono apertamente in discussione la cultura di espiazione della Germania per la seconda guerra mondiale. Alcuni esperti attribuiscono anche la nuova ondata di antisemitismo all’arrivo di milioni di richiedenti asilo, principalmente da paesi a maggioranza musulmana come la Siria, l’Afghanistan e l’Iraq.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento