Italia / World News

La Germania chiede l’estradizione del tedesco condannato per razzismo. L’Italia dice no

La Germania chiede l’estradizione del tedesco condannato per razzismo. L’Italia dice no

La Corte di cassazione italiana ha respinto la richiesta della Germania di estradizione di un cittadino tedesco condannato, in Germania, a sei mesi di carcere per istigazione all’odio per aver parlato con accondiscendenza di persone di origine araba sul treno.

Mentre erano sul treno, il tedesco aveva detto di alcuni dei suoi compagni di viaggio (arabi) che erano persone antisociali e che avevano un figlio all’anno per vivere di assistenza sociale.

È stato sufficiente che un tribunale di Monaco lo dichiarasse colpevole di razzismo per far si che la Germania abbia chiesto l’estradizione in base al mandato d’arresto europeo.Fonte: Il Sole 24 Ore.

La più alta corte d’Italia, d’altro canto, ha stabilito che il tedesco ha semplicemente espresso la sua avversione per le persone interessate e che non ha nulla a che vedere con la loro origine etnica. Non c’è stato istigazione all’odio contro alcuni gruppi etnici, e la situazione non era di natura propagandistica.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento