Islam / World News

La Germania vieta Hezbollah.

La Germania vieta Hezbollah.

Quanto è importante la Germania per Hezbollah?
In che modo la Germania è importante per Hezbollah?

Seguendo le orme degli Stati Uniti d’America e del Regno Unito,le autorità tedesche hanno recentemente annunciato un divieto totale delle attività dei libanesi “Hezbollah” in Germania.
Dopo aver rivelato l’intenzione di fare un tale passo diversi mesi fa, le forze di sicurezza in Germania hanno iniziato una campagna per perseguire e assediare ciascuno dei seguaci della milizia sul suolo tedesco. Questo pone Hezbollah in una situazione difficile, data la loro dipendenza vitale da una rete esterna di sostenitori diffusa in tutto il mondo.

Istituzioni e centri

La Germania rappresenta uno dei paesi che ha assistito a un’ampia diffusione di istituzioni, centri religiosi e associazioni di Hezbollah, in cerca di sostegno. Secondo un rapporto pubblicato da “Fox News” basato su rapporti di intelligence tedeschi emersi l’anno scorso, ci sono 1050 agenti di Hezbollah attivi in Germania, e circa 30 moschee e centri culturali sul suolo tedesco hanno legami con Hezbollah.

Hezbollah si trova ad affrontare un vero dilemma con la crescente pressione sui suoi rami e il perseguimento del suo lavoro con le istituzioni nei paesi del mondo; soprattutto i responsabili della fornitura e del trasporto di denaro.
Il Ministero degli Interni tedesco ha indicato che le autorità stanno indagando sulle moschee e sulle associazioni legate a “Hezbollah”, con l’accusa di sostegno finanziario e propaganda per le milizie in Europa.

Il rapporto di “Fox News” ha rivelato anche altre informazioni di intelligence a Brema, affermando che il “Mustafa Community Center”, controllato da “Hezbollah”, è un importante centro di raccolta fondi per la Milizia, e ha lavorato per inviare fondi direttamente al suo quartier generale a Beirut.

Hezbollah, creando un’infrastruttura di queste dimensioni n Germania, apre ampie domande sui suoi compiti; se a livello di trasferimenti di denaro o di commercio proibito, sottolineando che c’è una guerra di intelligence per rivelare ciò che Hezbollah sta facendo in più di un paese del mondo, e questo ha portato a una campagna internazionale organizzata contro la milizia.

Hezbollah ha un’unità operativa esterna che sta cercando di trovare un punto d’appoggio in tutti i settori vitali per la milizia; Sia in America Latina che in Europa.

Un passo importante

Il Canada, gli Stati Uniti, la Gran Bretagna, i Paesi Bassi, Israele, la Lega degli Stati arabie un certo numero di paesi dell’America Latina attualmente vietano completamente l’organizzazione di Hezbollah; ma l’Unione europea ha vietato solo l'”ala militare” di Hezbollah nel 2013, consentendo al contempo alla sua “ala politica” di operare in Europa.

Hezbollah ha sempre fatto affidamento su una rete di connessioni con l’organizzazione, le associazioni e le fondazioni in molti paesi del mondo; con l’obiettivo di mobilitare i finanziamenti da un lato, e trovare sedi logistiche per le sue attività dall’altro. Il recente divieto della Germania ha messo l’organizzazione in una situazione difficile.

Il governo tedesco ha agiustificato la sua importante mossa di assediare la milizia a causa del suo “continuare a chiedere l’annientamento di Israele” oltre alla responsabilità del partito per l’uccisione di molte persone in diverse regioni del mondo; tra loro ci sono centinaia di migliaia di siriani.

La Germania è di grande importanza per Hezbollah; è considerato un rifugio sicuro per alcuni dei suoi membri, e questo è ciò che ha detto il ministero degli Esteri tedesco, notando che “Hezbollah sta lavorando per raccogliere donazioni in Germania e in Europa attraverso tutte le organizzazioni e le associazioni che hanno stretti legami con i paesi arabi e islamici”.

Il passo tedesco è molto importante perché apre la porta ai paesi in Europa per seguire il suo esempio. In Germania, non ci sono istituzioni ufficiali che lavorano direttamente per Hezbollah. Questo ha reso difficile il compito di tracciamento, ma le autorità dopo l’emissione del divieto.sono riuscite a confinarli e a prenderli d’assalto in diverse città tedesche

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento