Migranti / Politica / World News

La Grecia rafforza le pattuglie di polizia al confine con la Turchia

La Grecia rafforza le pattuglie di polizia al confine con la Turchia

La polizia ellenica ha annunciato che invierà 400 agenti di polizia al confine terrestre della Grecia con la Turchia come “misura precauzionale” per prevenire il flusso di migranti illegali in Europa.

Nel fare questo passo, i greci mirano a rafforzare le pattuglie della polizia lungo il fiume Evros, che forma il confine terrestre con la Turchia, ha detto il portavoce della polizia Theodoros Chronopoulos.

Mercoledì, il ministro greco incaricato della “protezione dei cittadini”, Michalis Chrysochoidis, si è recato a Evros per colloqui con la polizia e le autorità locali, ha riferitoil quotidiano greco Ekathimeri .

La Grecia teme che la Turchia invierà migranti al suo confine orientale una volta diminuita l’epidemia di coronavirus, simile a quanto già visto nella regione di Evros alla fine di febbraio.

Decine di migliaia di richiedenti asilo sono già riuniti nei centri di accoglienza greci e la Grecia ha chiesto assistenza all’Unione europea per essere aiutata a impedire che una nuova ondata di migranti travolga la frontiera.

Il 29 febbraio, Ankara, che vuole denaro dall’europeo per aiutare i migranti che soggiornano in Turchia, ha annunciato che non impedirà più agli immigrati clandestini di recarsi in Europa. Tuttavia, la pandemia cinese COVID-19 ha costretto la Turchia a ritirarsi alla fine di marzo, e Ankara è stata costretta a riportare i migranti nei campi all’interno del propio territorio.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento