Politica / World News

La manifestazione anti-lockdown diventa violenta a Praga

La manifestazione anti-lockdown diventa violenta a Praga

La polizia ceca ha usato gas lacrimogeni e un cannone ad acqua per disperdere centinaia di manifestanti che hanno attaccato i manifestanti durante una manifestazione a Praga.

I servizi di soccorso della polizia hanno detto che almeno 20 persone sono rimaste ferite negli scontri, scoppiati dopo che alcune migliaia di persone, tra cui tifosi di calcio e hockey su ghiaccio, si sono radunate nella Piazza della Città Vecchia per condannare le restrizioni che includono il divieto di competizioni sportive e la chiusura di bar e ristoranti.

Anche gli incontri pubblici con più di sei persone sono vietati, ma le manifestazioni sono autorizzate fino a 500 persone se sono divise in gruppi separati di 20 e indossano maschere per il viso.

Molti dei manifestanti non avevano mascherine facciali. Dopo che la polizia ha detto che il loro numero superava i 500, gli organizzatori hanno concluso il raduno.

Ma alcuni manifestanti sono rimasti in piazza, lanciando razzi, bottiglie di birra, pietre e vari altri oggetti contro la polizia antisommossa.

Nelle ultime settimane la Repubblica ceca ha dovuto affrontare un aumento record delle infezioni da coronavirus.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento