Migranti / World News

La polizia spagnola smantella due reti criminali che contrabbandano migranti in Francia

La polizia spagnola smantella due reti criminali che contrabbandano migranti in Francia

La polizia spagnola ha annunciato venerdì di aver smantellato due reti criminali di contrabbando di esseri umani che si ritiene abbiano facilitato la traversata in Francia di centinaia di immigrati irregolari.

Le due reti di contrabbando operavano da Bilbao e Vitoria, due città della contea basca nord-occidentale.

Quindici persone sono state arrestate, di cui tre nella capitale spagnola, Madrid, e una a Lleida, una città nella provincia nordorientale della Catalogna.

“I migranti sono arrivati via mare in diversi punti delle coste spagnole, dove sono stati indirizzati a diverse ONG”, ha detto la polizia in un comunicato.

“E ‘stato lì, o anche prima della loro partenza dal Marocco, che le reti li hanno attirati con la promessa di spostarli dalla Spagna alla Francia per un prezzo di circa 200 euro”, ha aggiunto.

Una delle reti usava le auto per attraversare il confine e portare i migranti nella città francese di Bayonne. L’altro gruppo di contrabbandieri fornva loro i biglietti dell’autobus per Bayonne e li istruiva di viaggiare solo in specifiche fasce orarie.

In entrambi i casi, i migranti si recavano presso una ONG locale o in un centro di accoglienza fino a quando non ricevevano ulteriori istruzioni per il loro viaggio verso la loro destinazione finale in Francia o verso un’altra destinazione europea.

La polizia stima che “diverse centinaia di immigrati irregolari hanno attraversato il confine tra Spagna e Francia attraverso il sostegno di queste reti “che ne hanno raccolto “grandi benefici”.

L’indagine è stata avviata dopo che un uomo è stato arrestato a Navarra, una provincia vicina alla contea basca, l’uomo era stata catturata più volte mentre contrabbandava persone in Francia. Hanno poi scoperto i due anelli di contrabbando, che a volte collaboravano tra loro.

Durante gli arresti, gli agenti hanno anche recuperato 3.000 dollari, un veicolo, 24 telefoni cellulari e apparecchiature informatiche.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento