Migranti / World News

La Repubblioca Ceca estrada l’afgano che ha accoltellato la sua ragazza in Germania

La Repubblioca Ceca estrada l’afgano che ha accoltellato la sua ragazza in Germania

Un migrante afghano che è stato arrestato nella Repubblica Ceca il mese scorso è stato estradato in Germania. È accusato di aver accoltellato la sua ragazza 20 volte in Germania prima di fuggire dal paese.

Il migrante, 32 anni, è stato arrestato il 5 maggio mentre guidava lungo l’autostrada D1. Il suo bambino di un anno e mezzo era con lui in macchina.

L’afghano aveva attraversato il confine senza incidenti all’inizio della giornata, nonostante il fatto che i controlli di frontiera tra Germania e Repubblica Ceca siano stati temporaneamente ripristinati a causa della pandemia in corso del coronavirus Wuhan (COVID-19).
La polizia ceca afferma che gli è stato permesso di entrare perché le autorità tedesche non avevano ancora registrato nel sistema di immigrazione elettronica dell’Unione europea le sue generalità e che fosse ricercato per l’accoltellamento della sua ragazza .

Da un’indagine successiva è emerso che le autorità tedesche avevano informato i cechi che il migrante era ricercato circa 15 minuti dopo il suo passaggio attraverso il posto di blocco di frontiera.

La polizia ceca ha annunciato ieri che il migrante era stato estradato in Germania venerdì, secondo un rapporto di Novinky. Ed è accusato di tentato omicidio in Germania.

La fidanzata del migrante è soprav vissuta all’aggressione, ma ha subito gravi ferite.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento