Islam

La “rivoluzione islamica iraniana non ha confini”, afferma Torkilmaz

La “rivoluzione islamica iraniana non ha confini”, afferma Torkilmaz

Il governo degli Stati Uniti ha dichiarato che il regime iraniano è il più pericoloso sponsor del terrorismo.

Il capo del Centro Islamico imam Reza di Berlino ha dichiarato in un’intervista a un notiziario controllato dallo Stato iraniano il 3 giugno che la rivoluzione islamica di Teheran non ha confini.
Il Middle East Media Research Institute (MEMRI), un’organizzazione indipendente di monitoraggio della stampa non partigiana, ha rivelato per la prima volta il video di Sabaheddin Torkilmaz, il capo del centro islamico Imam Reza, sul suo sito web.

Secondo la traduzione di Torkilmaz, MEMRI ha detto a Ofogh TV in Iran:

“Dalla Rivoluzione [nel 1979], Iraq, Siria, Libano e Palestina – e ora Yemen e paesi in Africa e in America Latina – sono stati ispirati direttamente da Imam [Khomeini]”.

Ha aggiunto: “Dobbiamo esaminare quale fosse lo scopo della Rivoluzione.
Quando l’Imam [Khomeini] disse: “Esporteremo la Rivoluzione”, che cosa voleva esportare? La Cultura iraniana? l’essere Iraniano? Torkilmaz ha continuato:
“Quando lo comprendiamo, diventa evidente che la Rivoluzione non ha confini.
Nella aatuale dimensione politica, quando la monarchia è stata rovesciata e il regime islamico è salito al potere, è stato solo in Iran.

Il messaggio della Rivoluzione – e di esportarlo – è un’altra cosa:
la lotta contro l’arroganza e l’oppressione”.

Il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti sotto l’amministrazione Obama e Trump ha classificato il regime iraniano come il peggior sponsor statale internazionale del terrorismo.

Torkilmaz ha sottolineato la visione del mondo anti-occidentale della Repubblica islamica dell’Iran, affermando:
“Il mondo deve sapere che il sistema della Regola della Giurisprudenza si oppone al sistema di democrazia liberale ed è in opposizione alla democrazia in America”.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento