Islam / Politica / World News

La Slovacchia vieta efficacemente l’Islam nel paese

La Slovacchia vieta efficacemente l’Islam nel paese

Dal 2016, la legislazione slovacca rende impossibile per l’Islam diventare una religione riconosciuta dallo stato.

La Slovacchia ha adottato misure che rendono difficile per l’Islam diventare una delle religioni ufficialmente riconosciute del Paese, rendendolo il Paese con le leggi più severe contro l’Islam in tutta Europa.

Nel 2016, due terzi dei deputati, compresi quelli dell’opposizione, hanno votato a favore della legislazione presentata dal Partito nazionale slovacco (SNS) governativo che impone ai gruppi religiosi nel paese di avere minimo 50.000 seguaci per poter gestire le loro scuole, aprire istituti religiosi o qualificarsi per sussidi governativi. In precedenza la legge ne richiedeva solo 20.000.

Secondo fonti ufficiali, l’Islam, che è stato preso di mira principalmente dalla legge, ha un massimo di 5.000 seguaci in Slovacchia.

Nel 2016, il primo ministro Robert Fico ha dichiarato in un’intervista: “Mi dispiace, l’Islam non ha posto in Slovacchia. È dovere dei politici parlare di queste cose in modo molto chiaro e aperto. Non vorrei che ci fossero decine di migliaia di musulmani ”.

Sulla base dell’ultimo censimento, le religioni con la soglia di popolazione richiesta includono la Chiesa cattolica romana, a cui quasi il 70% della popolazione slovacca rivendica fedeltà, la Chiesa evangelica protestante della confessione di Augusta che costituisce il 7%, la Chiesa cattolica greca a 4 percento, la chiesa cristiana riformata al 2 percento e la chiesa ortodossa all’1 percento.

Al culmine della crisi dei migranti, il ministro degli interni slovacco all’epoca disse: “Vogliamo aiutare l’Europa con la questione della migrazione. Potremmo prendere 800 musulmani, ma non abbiamo moschee in Slovacchia, quindi come possono essere integrati i musulmani se qui non gli piacerà ?

La maggior parte dei politici sono favorevoli a non volere che la popolazione musulmana cresca in Slovacchia.

L’islamizzazione inizia con il kebab ed è già in corso a Bratislava. Rendiamoci conto di ciò che potremo affrontare in cinque o dieci anni “, ha dichiarato il presidente di SNS Andrej Danko nel 2016.

Dobbiamo fare tutto il possibile per garantire che non ci sia moschea nella futura Slovacchia“, ha aggiunto Danko.

Fino ad ora, la Slovacchia è l’unico Stato membro dell’UE in cui non esiste una moschea ufficiale. Invece, la comunità musulmana nel paese si riunisce in case in affitto o sale di preghiera temporanee.

Allo stesso tempo, la Slovacchia non è l’unico paese a scegliere attentamente quale religione riconoscerà nel suo territorio.

Nella vicina Repubblica Ceca, ad esempio, la Comunità del buddismo, seguita principalmente dalla comunità vietnamita locale, ha recentemente richiesto la registrazione. Tuttavia, il Ministero della Cultura ceco non ha ottemperato alla domanda per la terza volta.

Rispetto alla Slovacchia, ci sono molti meno cattolici nella Repubblica Ceca. Secondo gli ultimi dati, ci sono circa un milione di cattolici nella Repubblica Ceca, che corrisponde a circa un decimo della popolazione.

Ma ci sono solo pochi musulmani in entrambi i paesi; nella Repubblica ceca, i musulmani rappresentavano meno dello 0,1 per cento della popolazione totale.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento