Migranti / World News

La Slovenia avvia un’operazione di sicurezza alle frontiere a causa dell’aumento del numero di migranti illegali

La Slovenia avvia un’operazione di sicurezza alle frontiere a causa  dell’aumento del numero di migranti illegali

La Slovenia ha avviato un’operazione di sicurezza alle frontiere e sta aumentando significativamente il numero di personale di sicurezza che opera lungo il confine con la Croazia, poiché il numero di migranti illegali che arrivano lungo la famigerata rotta migratoria balcanica è aumentato.

Il paese ha segnalato un forte aumento del numero di migranti che hanno tentato di attraversare illegalmente il confine croato-sloveno nelle ultime settimane. Le autorità lo attribuiscono al rilassamento delle misure di blocco in risposta alla pandemia del coronavirus di Wuhan (COVID-19), al trasferimento di migliaia di migranti da parte della Grecia dai suoi campi sovraffollati sulle sue isole dell’Egeo alla terraferma greca come misura di allontanamento sociale e all’arrivo delle condizioni meteorologiche primaverili.

Di conseguenza, la Slovenia invierà altri 1.000 agenti di polizia alla frontiera a partire da oggi per rafforzare il personale di sicurezza esistente. Secondo un rapporto di Slovene Nova24TV, condurranno un’operazione di controllo più severi oltre il confine per dimostrare ai migranti che la Slovenia non è un facile obiettivo.

La polizia farà uso della tecnologia di sorveglianza, tra cui rilevatori di movimento, telecamere di sorveglianza, immagini termiche e pattugliamenti di elicotteri e droni. Gli ufficiali interrogheranno anche i detenuti per ottenere informazioni su dove i migranti viaggiano.

Le Forze Armate Slovene continueranno ad essere schierate lungo il confine. Sono di stanza da marzo, quando la nuova amministrazione populista di destra del Primo Ministro Janez Jana promulgò misure di emergenza per farlo, nonostante le obiezioni dell’opposizione di sinistra del paese.
La polizia dice che questo dispiegamento ha migliorato significativamente la loro efficacia e dà un maggiore senso di sicurezza ai residenti locali.

Le autorità slovene dicono che i migranti illegali generalmente evitano le aree popolate, si muovono principalmente di notte e cercano di attenersi ai sentieri forestali e al terreno generalmente impraticabile nascondendosi in luoghi riparati durante il giorno nel tentativo di evitare le pattuglie di sicurezza. Cambiano spesso le loro rotte per evitare che le forze dell’ordine possano intercettarli.
I migranti spesso mettono i loro telefoni in modalità volo quando viaggiano per impedire alla polizia di rintracciarli.

Anche le autorità del nord Italia si sono lamentate di aver assistito a un aumento dei migranti illegali che hanno attraversato la loro contea attraverso la Slovenia. L’operazione sarà presumibilmente finalizzata a ridurre anche queste violazioni.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento