World News

La Svezia condanna un somalo di 19 anni a sole 75 ore di servizio comunitario per i reati sessuali commessi contro una ragazza di 13 anni.

La Svezia condanna un somalo di 19 anni a sole 75 ore di servizio comunitario per i reati sessuali commessi contro una ragazza di 13 anni.

Un somalo di 19 anni è stato condannato dalla corte d’appello svedese per “aver approfittato sessualmente” di una ragazza di 13 anni.

Il pubblico ministero stava cercando di condannarlo per stupro nei confronti di un minore, ma il tribunale svedese ha deciso di condannarlo solo per aver “approfittato” della ragazza sul sito di notizie svedese Samnytt.

L’uomo, che è cittadino della Somalia, aveva inviato messaggi alla ragazza su Snapchat dove aveva detto che voleva avere rapporti sessuali con lei, nonostante la ragazza gli dicesse la sua età.

Aveva chiesto di incontrarsi con la ragazza e dopo essersi incontrati in un negozio la portò nel suo appartamento dove chiuse a chiave la porta per stuprarla.

Ha avuto rapporti sia anali che vaginali e, secondo la ragazza, durante questo periodo stava “mordendosi la lingua” a causa del dolore. “Non è riuscita a sedersi per due giorni” in seguito e ha avuto ansia e ha avuto problemi a dormire.

Secondo il tribunale, la ragazza ha riportato ferite durante il rapporto.

L’età del consenso in Svezia è di 15 anni. Nonostante ciò, il tribunale non ha condannato Saddam Hussein per stupro nei confronti della bambina di 13 anni, ma è stato condannato per “aver approfittato sessualmente” di lei.

L’uomo ha ricevuto il permesso di soggiorno in Svezia dalle autorità di migrazione il 13 aprile 2016. Il 9 marzo 2019 è stato arrestato dalla polizia. Il 6 maggio 2019, il tribunale del distretto di Mora ha condannato l’uomo a una condanna sospesa, e a 75 ore di servizio alla comunità e ha ordinato di pagare alla ragazza 15.000 SEK ($ 1 579).

Il 6 dicembre 2019 la corte d’appello di Svea ha confermato la sentenza, ma ha aumentato i danni da versare a 25.000 SEK ($ 2 632).

Ecco un estratto della sentenza del tribunale tradotto in italiano.

Il pubblico ministero ha esortato la corte d’appello a condannare Saddam Hussein per stupro nei confronti di un minore anziché approfittare sessualmente di un minore e per una pena detentiva. Per quanto riguarda i danni per il dolore, la corte d’appello non mette in dubbio che l’attore abbia sofferto mentalmente dopo l’evento e che abbia influenzato il suo lavoro scolastico.

Tuttavia, le prove presentate sono, tenendo conto di ciò che l’attore e sua madre hanno raccontato del suo benessere prima dell’evento in questo caso, non in modo tale che altri fattori oltre a Saddam Husseins possano essere esclusi per aver influito sul suo benessere.

La corte d’appello modifica la sentenza del tribunale distrettuale solo in modo tale che i danni che [nome redatto] dovrebbe pagare a NN3 siano fissati a SEK 25000 come stabilito dalla sentenza del tribunale distrettuale.

Condividi questo Articolo

1 Comment

  1. FATTE SCHIFO,13 ANNI,POTEVA ESSERCI LA TUA FIGLIA GIUDICE,DICHIARARE FUORI LEGGE TUTTI QUELLI,CHE PRATTICANO ISLAM A LA SUA MANIERA ESTREMA,CON MATRIMONI PEDOFILI,VIOLENZE E STUPRI,CON COPERTURA TOTALE DELLE DONNE,E SICURAMENTE SHARIA,E CONTRO NOSTRE LEGGI OCCIDENTALI,E FUORI NOSTRE LEGGI E CONDANNABILE

Lascia un Commento