World News

“La Svezia è stracolma, molti migranti hanno bisogno di tornare a casa” – dice il leader di “SwedenDemocrats”

“La Svezia è stracolma, molti migranti hanno bisogno di tornare a casa” – dice il leader di “SwedenDemocrats”

Jimmie Åkesson, leader della destra di “SwedenDemocrats“, ha detto in una conferenza del partito:

Per riparare i danni che sono stati fatti è necessario che l’asilo ai migranti e la loro riunificazione familiare scenda al minimo assoluto”.

In poche parole: devono essere più i rimpatri che gli arrivi di nuovi immigrati. Dobbiamo dare il segnale che la Svezia è stracolma e così sarà per il prossimo futuro.
Si tratta di una premessa di base. Se non riusciamo a farlo, i problemi potranno solo continuare a crescere, e le conseguenze saranno ancora più disastrose.

Chi vuole restare in Svezia deve avere i requisiti per la propria autosufficienza e si deve adattare alle nostre usanze e ai nostri costumi. È necessario adattarsi ai valori del nostro paese, rispettare i nostri standard, imparare la lingua, conoscere come la nostra società lavora. Devono capire che sono venuti in un nuovo paese … … e quindi non possono aspettarsi di vivere come vivevano in casa loro.”

Åkesson ha anche scritto un articolo sul giornale Aftonbladet in cui ha detto che “l’immigrazione di massa ha gravemente danneggiato la Svezia”.

I “SwedenDemocrats” hanno guadagnato popolarità im misura esponenziale mai vista. Dal 5,7 per cento nelle elezioni del 2010 ad oltre il 20 per cento nel sondaggio Lastes. Sono diventati il più grande partito in Svezia in diversi sondaggi. Nel frattempo, i socialdemocratici sono scesi a bassi livelli record.

Il primo ministro Stefan Löfven, ha recentemente avuto un sacco di critiche dopo che in un’intervista televisiva ha detto che “la migrazione di massa non ha fatto aumentare i crimini”.
Anche l’editorialista socialdemocratico Lena Mellin, di Aftonbladet, ha scritto che l’ntervista di Löfvén è stata un disastro.

Il partito “SwedenDemocrats” è certo che sarà nel prossimo governo svedese insieme con i moderati e i democristiani.

Anche se il partito moderato ha chiesto scusa per la politica di immigrazione che ha sostenuto durante il suo governo tra il 2006 e il 2014, molti svedesi continuano a non fidarsi di loro.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento