World News

La Svezia vota per pagare il debito del FMI somalo (video)

La Svezia vota per pagare il debito del FMI somalo (video)

Il Parlamento svedese ha votato ieri per pagare 21 milioni di corone svedesi (circa 2 milioni di euro) di debito della nazione africana della Somalia al Fondo monetario internazionale (FMI).

Il voto è stato unanimemente a favore della proposta, ad eccezione dei dieci deputati della delegazione dei democratici svedesi di destra, che hanno votato contro, secondo un rapporto di Samh’llsnytt.

Prima del voto, Dennis Dioukarev, un deputato che rappresenta Goteborg, ha tenuto un discorso in cui ha messo in dubbio il motivo per cui il patrimonio dei contribuenti svedesi doveva essere utilizzato per pagare il debito della Somalia.

<iframe width=”647″ height=”364″ src=”https://www.youtube.com/embed/MCUs0OI4qeg” frameborder=”0″ allow=”accelerometer; autoplay; encrypted-media; gyroscope; picture-in-picture” allowfullscreen></iframe>

La decisione del Parlamento è stata particolarmente strana se si considera che il mondo sta entrando nella peggiore crisi economica che ha visto dal secolo scorso a causa della pandemia del coronavirus Wuhan (COVID-19).

“Potrebbe essere andato alle pensioni, ma la Somalia è più importante degli anziani che hanno lavorato per tutta la vita e pagato enormi somme di tasse”, ha commentato un critico della decisione su Twitter.

Il pagamento sarà effettuato dalla Riksbank svedese, che è la banca centrale del paese. La proposta presentata al Parlamento svedese, che è stata resa disponibile sul suo sito ufficiale, giustifica la mossa sostenendo che la Somalia non è stata in grado di beneficiare di nuovi prestiti dal FMI “per molto tempo” perché il paese africano non effettua pagamenti di debiti o interessi.

La proposta afferma inoltre che l’incapacità della Somalia di rimborsare il debito del FMI le ha impedito di accedere ad altre forme di aiuti e prestiti, che a loro volta hanno avuto un impatto negativo sull’economia del paese.

I somali sono una delle più grandi comunità di immigrati della Svezia. È stato stimato che attualmente ci sono 60.000 somali che vivono in Svezia, molti dei quali a Rinkeby, un sobborgo di Stoccolma che è stato soprannominato “piccolo Mogadiscio”.
L’anno scorso Mona Walter, una donna somala che vive in Svezia, cresciuta come musulmana ma che poi si è ribellata alla sua educazione e si è convertita al cristianesimo, predisse che in cinquant’anni, se le tendenze attuali continueranno, la Svezia diventerà completamente islamicizzata, sia demograficamente che culturalmente.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento