Islam / World News

L’agente islamico Musa lancia una scarpa contro il giudice indù nella corte di Calcutta, perchè non ha fiducia nella magistratura indiana, ma solo nella Sharia.

L’agente islamico Musa lancia una scarpa contro il giudice indù nella corte di Calcutta, perchè non ha fiducia nella magistratura indiana, ma solo nella Sharia.

Credo solo nel Corano. Nessun giudice Kaffir o Murtad né la legge, tranne la Sharia, possono mettermi alla prova. Non ho fiducia nella legge e nella magistratura indiane: Mohammad Musa.

Subrata Paul | HENB | Calcutta | 4 febbraio 2020

Md. Masiuddin alias Musa.

L’ agente dello Stato islamico (IS) Mohammad Masiuddin alias Musa ha fatto sussultare l’ayla quando ha lanciato una scarpa contro il giudice durante un’udienza in tribunale martedì, costringendo l’Agenzia investigativa nazionale (NIA) a chiedere il suo processo a porte chiuse.

Musa, che è stato arrestato nel 2016 per legami con estremisti stranieri tra cui l’IS e Jamaat-ul-Mujahideen Bangladesh (JMB), si è improvvisamente agitato mentre faceva una richiesta al giudice presso il tribunale della NIA. Si è inchinato, si è tolto una delle scarpe e l’ha lanciata cpntr ill giudice.

Musa, che ora è sotto la custodia della NIA, nella prigione della Presidenza aveva attaccato il guardiano della Casa Correzionale Centrale di Alipore qualche tempo fa, tagliandogli la gola con un cucchiaio che aveva affilato come un’arma.

Dopo l’incidente di martedì, il legale della NIA ha chiesto al giudice di processare Musa dalla prigione attraverso un collegamento video.

Musa è stata catturata dal CID il 4 luglio 2016 su un treno a Burdwan. I suoi legami con militanti stranieri sono stati successivamente rilevati dalla NIA.
Musa è sospettato di essere una persona chiave nell’esplosione della bomba di Khagragarh, incluse alcune attività jihadiste avvenute in Bengala e in altri stati dell’India.

Il terrorista islamico Md. Masiuddin alias Musa è un devoto seguace dell’Islam e cinque volte Namaji (offre Namaj per cinque volte).

Prima e dopo aver fatto il suo spettacolo, Musa mormorava:
Credo solo nel Corano. Come un giudice Kaffir o Murtad può mettermi alla prova. Solo la Sharia può provarmi, secondo la mia fede. Non ho fiducia nella legge e nella magistratura indiane. “

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento