Islam

Lahore: Aggredia con acido per aver rifiutato il matrimonio

Lahore: Aggredia con acido per aver rifiutato il matrimonio

Un uomo ha lanciato acido su una donna a Lahore lunedì presumibilmente dopo che si è rifiutata di sposarlo, ha detto la polizia.

Il sospetto è attualmente in fuga e la polizia sta facendo sforzi per catturarlo.

Secondo il primo rapporto informativo (FIR) dell’incidente, registrato sulla denuncia della vittima, la donna è stata aggredita dal sospetto a Johar Town. L’ABE è stato registrato contro un uomo che l’aveva presumibilmente minacciata in precedenza ai sensi dell’articolo 336-B (danno per uso di sostanza corrosiva) del codice penale pakistano.

La donna, che è un’operaia domestica, ha detto che stava camminando verso una casa dove lavorava intorno alle 8 del mattino quando ha visto il sospetto e un uomo non identificato in attesa su una moto vicino a Jagawar Chowk.

Il sospetto si è offerto di lasciare la donna nella residenza del suo datore di lavoro e quando si è rifiutata di accompagnarlo, l’uomo le ha gettato dell’acido tenuto in una brocca d’acciaio sul viso. Di conseguenza, il viso, il collo e le mani della donna sono stati gravemente bruciati, ha detto l’ABE.

Dopo l’attacco, la donna è corsa di nuovo a casa sua e suo fratello l’ha portata in ospedale.

Nella sua dichiarazione, la donna ha detto che il sospetto voleva “sposarla con la forza” e quando lei si è rifiutata, ha minacciato di “non lasciare [lei] capace di nulla”. A questo proposito, ha detto che l’uomo le aveva gettato dell’acido con l’intenzione di ucciderla.

In seguito all’incidente, l’SSP (Operazioni) Ahsan Saifullah ha inoltrato all’SP Cantt Saddar di prendere provvedimenti per arrestare il colpevole e intraprendere azioni legali contro di lui.

“Gli attacchi con l’acido non sono accettabili”, ha detto l’agente di polizia, secondo un comunicato.

Anche il capo della polizia di Lahore Ghulam Mahmood Dogar ha preso atto dell’incidente e ha chiesto una relazione all’SP Saddar. Ha indirizzato i funzionari a registrare immediatamente un caso e ad agire contro il colpevole.

Ci sono state 9.340 vittime di attacchi con l’acido in Pakistan tra il 1994 e il 2018, secondo un articolo di Dawn.

Colpire con un’arma facilmente acquisibile come l’acido causa danni irreversibili con un lancio senza sforzo, al contrario di altre armi prontamente disponibili come i coltelli, che richiedono attacchi di forza e precisione.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento