Islam

L’Arabia Saudita continua a vietare le chiese cristiane

L’Arabia Saudita continua a vietare le chiese cristiane

18.06.2021 – Arabia Saudita (International Christian Concern) – L’Arabia Saudita ha recentemente lanciato Vision 2030, un piano per sviluppare il paese al di là della dipendenza dal petrolio, sebbene una parte strategica sia quella di promuovere un’immagine secolare in una cultura storicamente segnata dall’Islam ultraconservatore. Sebbene cristiani stranieri e un certo numero di credenti di origine musulmana (MBB) vivano in Arabia Saudita, i cristiani non possono praticare pubblicamente la loro fede e il loro culto.

Le organizzazioni internazionali hanno spinto per un edificio fisico della chiesa per molto tempo, anche se rimane scetticismo sul significato di un edificio fisico. Gli espatriati stranieri sono gli unici cristiani autorizzati a praticare la loro fede, dove i nativi dell’Arabia Saudita devono mantenere la loro fede segreta alle famiglie ultraconservatrice, come ha riferito in precedenza l’MBB ICC.

Includere la tolleranza religiosa in Vision 2030 sarebbe un aspetto benefico per la nuova e migliorata immagine dell’Arabia Saudita. Tuttavia, la promozione della laicità al posto dell’Islam non garantisce la libertà religiosa ai cristiani o ad altre minoranze religiose nel paese.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento