Islam / Migranti

L’arabo di 21 anni che l’anno scorso ha ucciso una bambina di 5 anni a Valby e ha mandato in coma una donna di 26 anni era già in attesa di processo

L’arabo di 21 anni che l’anno scorso ha ucciso una bambina di 5 anni a Valby e ha mandato in coma una donna di 26 anni era già in attesa di processo

Si scopre che il 21enne Helmi Mossa Hameed, che ha ucciso una bambina danese di cinque anni il 28 ottobre di quest’anno – non era ancora comparso in tribunale per sei reati stradali e penali. Compreso un reato commesso a gennaio 2019 che ha mandato una donna di 26 anni in coma.

I professionisti del globalismo preferirebbero parlare di effetti preventivi individuali, ma questo genere di cose è condizionato a un quadro di riferimento comune che sarebbe difficile da raggiungere anche senza immigrazione di massa.

BT, a cui è stato dato accesso al fascicolo e segue la storia dell’immigrato assassino “L’autista impazzito ha ucciso una bambina di cinque anni: aveva già mandato una giovane in coma due anni fa”.

“È sotto l’influenza dell’alcol e il tachimetro mostra almeno 86 km/h nell’area densamente costruita dove non è consentito guidare ad un massimo di 50 km/h. i freni ABS sull’auto non funzionano. Al largo di Ingerslevsgade numero 192, un’altra vettura fa una semplice inversione a U.

Helmi Mossa Hameed colpisce un’altra auto, che ha tre persone a bordo. Lasse Dalberg, che all’epoca aveva 26 anni, è un passeggero di quell’auto ed è rimasto ferito mortalmente, la filgia di appena due anni è sfuggta miracolosamente alla morte senza graffi. …

Lasse Dalberg È malconcio. Ha una mascella fratturata, entrambe le clavicole rotte, un osso del collo fraturato e ha subito un’emorragia cerebrale. A seguito dell’incidente è rimasto in coma per cinque settimane.

Oggi, attraverso l’avvocato , dice che dopo due anni di congedo per malattia ha perso il lavoro e che ora sta intraprendendo un processo di riabilitazione a lungo termine in cui resta da determinare se tutto ciò si tradurrà in un pensionamento anticipato o in un lavoro flessibile.

La terza persona in auto, una donna di 18 anni, ha riportato una frattura al cranio e “lesioni multiple al volto”.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento