World News

L’attaccante migrante somalo chiama la polizia dopo che la sua vittima si difende “troppo violentemente”

L’attaccante migrante somalo chiama la polizia dopo che la sua vittima si difende “troppo violentemente”

Un migrante somalo in Germania ha chiamato la polizia dopo aver attaccato un uomo alla vigilia di Capodanno ma la sua vittima si è difeso con inaspettato entusiasmo.

L’aggressione iniziale ha avuto luogo alla stazione ferroviaria di Geradstetten, nel comune di Remshalden, a 18 km da Stoccarda, e ha visto il somalo venticinquenne attaccare a caso un altro uomo intorno alle 14 del pomeriggio, riferisce il quotidiano Stuttgarter Nachrichten.

Secondo gli investigatori, la vittima non solo si è difesa, ma ha combattuto ferocemente contro l’uomo somalo, possibilmente usando una bottiglia di vetro, e ha ferito il migrante con diverse lacerazioni sul viso, un dente saltato e ferite alla lingua.

A seguito della reazione, il migrante ha chiamato la polizia ed è stato portato in un ospedale locale per curare le sue ferite. Mentre la polizia afferma di aver aperto una causa contro il somalo per l’aggressione iniziale, ha anche affermato di aver avviato indagini sulla vittima per le sue azioni, anche per determinare se l’uomo ha superato le leggi di autodifesa accettabili.

Crisi migratoria: numero di licenze per armi “non letali” raddoppia in Germania https://t.co/5yqXNItfEN

– Breitbart London (@BreitbartLondon) 8 dicembre 2018

Gli investigatori affermano di essere attualmente alla ricerca di testimoni e hanno aggiunto che anche le registrazioni video dell’incidente sono state ottenute e verranno visionate dagli agenti.

Dall’apice della crisi dei migranti nel 2015, le vendite di articoli di autodifesa sono aumentate notevolmente in diversi paesi europei.

In Germania 599.940 licenze di armi di base, che consentono ai possessori di trasportare pistole a gas, pistole lanciarazzi e spray al pepe, sono state rilasciate nei primi 10 mesi del 2018 rispetto a solo 261.332 nel 2014.

Altri paesi, come l’Italia, hanno tentato di liberalizzare le leggi di autodifesa e di facilitare l’ottenimento di armi da fuoco da parte dei cittadini.

L’anno scorso, dopo essersi unito al governo come ministro degli interni, il leader Matteo Salvini ha spinto per le leggi di autodifesa che avrebbero permesso ai proprietari di case italiane di affrontare gli intrusi e difendere se stessi e le loro proprietà con le armi da fuoco, quando necessario.

La Svezia, che ha assorbito una grande percentuale di migranti nel 2015, ha anche registrato un aumento delle vendite di spray al peperoncino lo scorso anno con la catena di negozi Kjell & Company che afferma di aver visto un aumento del 90% delle vendite durante l’estate del 2019.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento