Islam / Migranti

L’Austria invia 400 soldati al confine a causa dell’immigrazione illegale

L’Austria invia 400 soldati al confine a causa dell’immigrazione illegale

“Il sistema europeo di asilo è fallito”, ha detto il ministro dell’Interno austriaco Karl Nehammer annunciando il dispiegamento di più truppe al confine

Nonostante le recinzioni al confine sud-orientale dell’Ungheria, migliaia di migranti continuano a passare attraverso il suo territorio fino alla vicina Austria. Solo quest’anno 15.000 migranti sono stati trattenuti al confine tra Ungheria e Austria. L’allarmante situazione ha costretto il governo federale a inviare altre 400 truppe al confine, lo ha annunciato sabato il ministro degli Interni austriaco Karl Nehammer e il ministro della Difesa Klaudia Tanner.

“Il sistema europeo di asilo è fallito. Dobbiamo fare in modo che lo Stato sociale non crolli”, ha detto il ministro dell’Interno Nehammer, sottolineando che la situazione è grave.

Mentre le autorità hanno registrato 21.700 valichi di frontiera illegali l’anno scorso, quest’anno il numero ha già raggiunto i 15.000. Quest’anno sono stati arrestati anche circa 200 contrabbandieri.

Entrambi i membri del governo federale hanno annunciato che il ministero degli Interni e il ministero della Difesa hanno concordato il dispiegamento di altre 400 truppe che opereranno ai confini, aumentando il loro numero a un totale di 1.000 soldati. Secondo Nehammer, i due ministeri “valuteranno continuamente” la necessità di questa misura nei prossimi mesi.

Inoltre, un centro di intelligence e monitoraggio (Lagezentrum) sarà costruito nel Burgenland al confine con l’Ungheria. È necessario “perché i contrabbandieri stanno anche conducendo sempre più indagini preliminari e adattando costantemente le loro rotte”, ha osservato Nehammer. Il Ministro non ha risparmiato critiche nei confronti dell’Unione europea. Egli ha sottolineato che la Commissione europea non ha risposto più volte in modo adeguato. “L’UE ci lascia in disintossicazione”, ha detto Nehammer mentre il governo federale sta formando una “coalizione di volenterosi” con altri Stati, tra cui Germania, Danimarca, Belgio e Paesi Bassi.

Immagine del titolo: il ministro degli Interni austriaco Karl Nehammer e il ministro della Difesa Klaudia Tanner annunciano l’invio di più truppe al confine. (Bundesministerium für Inneres / Facebook)

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento