L’avvertimento terrificante di Jean Messiha: è meglio imparare una preghiera araba per rimanere vivi in ​​Francia

Islam

Amy Mek 13 gennaio 2020 CNEWS, Dream TV

Durante una recente apparizione sulla stazione di notizie francese CNEWS, Jean Messiha ha lasciato gli spettatori scioccati in un video tradotto in esclusiva dalla RAIR Foundation USA: “Non vuoi fare nulla contro l’islamizzazione della Francia e la incoraggi?, molto bene“, ha detto. “Ti consiglierei di imparare le preghiere islamiche in arabo per evitare di essere accoltellato. Questo è tutto!

Messiha, è membro del partito Marine Le Pen’s Rassemblement National ((National Rally, ex Front National), e consigliere politico del candidato presidenziale francese ufficiale.

Messiha si riferiva a un recente attacco di jihad a Villejuif da parte di un terrorista che urlava il grido di battaglia islamica di “Allahu Akbar“, che ha reclamato la vita di un uomo e ferito due donne. Una persona di fede musulmana è stata risparmiata dal jihadista 22enne, Nathan C., quando gli ha chiesto di recitare una preghiera in arabo.

Messiha, che Le Pen elogia per la sua capacità di “parlare della Francia come un amante“, è un cristiano copto di origine egiziana che si è trasferito in Francia lontano dalla persecuzione islamica e promette di preservare la Francia dalla stessa invasione.

In un’intervista alla Dream TV del 2018, Messiha ha discusso degli effetti e della sua opposizione all’immigrazione islamica: “Siamo in guerra“, ha dichiarato. “Il nostro paese è sotto invasione e stiamo combattendo questa invasione“.

Messiha ha affermato la sua convinzione nella teoria del Grande rimpiazzo di Renaud Camus, secondo cui le popolazioni cristiane bianche vengono “rimpiazzate” attraverso l’immigrazione non europea, in particolare da paesi musulmani e africani.

Il National Rally è l’unico partito politico in Francia che lotta contro la politica della frontiera aperta del presidente francese Emmanuel Macron che nega completamente i pericoli dell’immigrazione islamica

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento