World News

Le autorità bosniache sgomberano campo migrante illegale

Le autorità bosniache sgomberano campo migrante illegale

Le autorità bosniache hanno sgomberato un campo migrante improvvisato chiamato la “giungla” per le sue cattive condizioni. Centinaia di migramti sono stati trasferiti in strutture migliori vicino alla capitale di Sarajevo.

Il campo Vucjak, che è stato il primo campo istituito dalle autorità la scorsa estate nei pressi della città di Bihac – non lontano dal confine con la Croazia – non aveva acqua corrente, riscaldamento e servizi igienici adeguati. I migramti che vivevano nel campo provenivano principalmente dal Medio Orientale e dal Nord Africa, Fonte: France24

La Bosnia è stato aspramente criticato per le condizioni abitative del campo migranti che è stato ritenuto inadatto per l’abitazione umana. A seguito delle nevicate della scorsa settimana, un funzionario del Consiglio d’Europa ha avvertito il responsabile del campo migrante che si stavano avvicinando ad una crisi umanitaria.

Le autorità bosniache hanno trasportati quasi 800 migranti fuori dal campo portandoli in siti vicino a Sarajevo lontani 300 km dalla Croazia.

Dopo che i migranti sono stati trasferiti , i funzionari della Croce Rossa e le autorità locali hanno cominciato le operazioni di bonifica.

Il campo Vucjak è stato completamente evacuato ieri sera”, ha detto il Ministro della Sicurezza bosniaco Dragan Mektic.

Circa 8.000 migranti sono attualmente situati in centri per migranti intorno la Bosnia.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento