Islam / World News

Le ragazze cristiane prese di mira da “love jihad”

Le ragazze cristiane prese di mira da “love jihad”

India – Mercoledì la Chiesa siro-malabarese, la più grande denominazione cristiana del Kerala, ha detto che le ragazze cristiane vengono prese di mira e uccise dopo essere state costrette a sposarsi, incolpando la polizia di non aver adottato misure efficaci per frenare la minaccia.

In un comunicato ufficiale, la chiesa ha espresso seria preoccupazione per la questione e ha esortato i credenti a essere vigili. Ha anche affermato che tali pratiche rappresentano una seria minaccia al tessuto secolare dello stato e citano numerosi incidenti per sostenere la richiesta.

Invece di considerare la jihad dell’amore come una questione religiosa, la polizia dovrebbe considerare questo come una legge e ordinare un problema che minaccia di compromettere l’armonia comunitaria. Le statistiche mostrano che non è puro immaginario. Ci sono state recenti denunce nello stato secondo cui le donne sono state vittime di abusi sessuali in nome dell’amore e in seguito sono state costrette a convertirsi “, afferma la lettera.

Ha anche affermato che tra le 21 persone disperse nel nord del Kerala nel 2016, che si credeva avessero aderito allo Stato islamico, molte erano state forzatamente convertite dal cristianesimo. È stato riferito che alcune di queste vedove indiane languivano in una prigione a Kabul. Il comunicato firmato dal capo della commissione per i media, padre Antony Thalachellor, afferma che la chiesa svolgerà vigorosi programmi di sensibilizzazione per genitori e ragazze della comunità.

Love jihad” è un’attività presunta attraverso la quale le ragazze appartenenti a una comunità si convertono fingendo amore. Sebbene l’esistenza di un tale fenomeno continui a rimanere in discussione, le agenzie di intelligence ammettono che in molti casi di conversione, il modus operandi era simile e le persone / istituzioni che lavoravano dietro di loro erano uguali.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento