Islam

Leader nigeriano della jihad: “Abbiamo l’anticoronavirus; è l’Allah che adoriamo. Tagliamo i fornicatori, tagliamo le mani.”

Leader nigeriano della jihad: “Abbiamo l’anticoronavirus; è l’Allah che adoriamo. Tagliamo i fornicatori, tagliamo le mani.”

“Preghiamo cinque volte al giorno, preghiamo Jummu’a, dormiamo con le nostre famiglie, ci abbracciamo, ci stringiamo la mano, stiamo bene, bene”, ha detto nella registrazione. “Abbiamo l’anti-virus mentre si sono infettati con il coronavirus, abbiamo l’anti-coronavirus; è l’Allah che adoriamo. Preghiamo, tagliamo i fornicatori, tagliamo le mani”.

Shekau si unisce così a diversi altri leader islamici che hanno dichiarato che il coronavirus è il giudizio di Allah, e che la pietà islamica proteggerà le persone da esso.

Se lui o uno dei suoi seguaci contraggono comunque il coronavirus, questo non li disaffezionirà di questa convinzione.
Essi semplicemente presumono che non sono stati abbastanza obbedienti ad Allah, e raddoppiano i loro sforzi per compiacerlo, il che potrebbe portare ad una maggiore attività jihad, poichè Maometto ha chiamato la jihad la più grande di tutte le azioni.

Abubakar Shekau, leader della fazione Boko Haram, rapitore in capo delle ragazze della scuola di Chibok, noto per i suoi macachi video e la brutale attuazione delle punizioni del VII secolo, origine mediorientale, questa settimana ha emesso una registrazione audio sul coronavirus dopo un lungo periodo di silenzio radio.

In esso, caratterizza le misure internazionali per affrontare la pandemia come parte della guerra all’Islam da parte delle forze del male.
Denuncia soprattutto le distanze sociali, la sospensione dei pellegrinaggi alla Mecca e la probabile modifica di alcune osservanze del Ramadan.
“Basta guardarlo, ti hanno impedito di Umrah e Hajj, hanno impedito anche il digiuno, e ti stanno dicendo che la stagione corona ha bisogno di molta acqua potabile.” E afferma che i “musulmani”, con i quali intende esclusivamente i seguaci del suo marchio estremo di Islam salafita, sono protetti dal virus.

“Preghiamo cinque volte al giorno, preghiamo Jummu’a, dormiamo con le nostre famiglie, ci abbracciamo, ci stringiamo la mano, stiamo bene, bene”, ha detto nella registrazione. “Abbiamo l’anti-virus mentre gli infedeli si sono infettati con il coronavirus, abbiamo l’anti-coronavirus; è l’Allah che adoriamo. Preghiamo, tagliamo i fornicatori, tagliamo le mani”. (“Tagliare le mani”, secondo il traduttore della registrazione, significa amputare le mani dei ladri.)

Si avvicina a dire che il COVID-19 è la punizione di Allah per gli empi.

Come ha fatto molte volte prima, è sprezzante dei leader laici: “Ai tempi di infedeli come Trump, Idris Derby [sic] con l’occhio di capra, Buhari, Muhammad Issoufu, il cane delle mani della Francia. Bambini di maiali e scimmie. Se non ti pentirai, sarai finito”. …

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento