Islam / World News

L’ex surfista professionista australiana rivela di essere stata tenuta prigioniera per 2 mesi a Srinagar, violentata e costretta a leggere il Corano

L’ex surfista professionista australiana rivela di essere stata tenuta prigioniera per 2 mesi a Srinagar, violentata e costretta a leggere il Corano

Carmen Greentree si era recata in India per incontrare il Dalai Lama a Dharamshala

Srinagar: Carmen Greentree, un’ex surfista australiana professionista, nel suo libro ‘A Dangerous Pursuit of Happiness’, ha rivelato di essere stata tenuta prigioniera dal proprietario di una casa galleggiante a Jammu e Kashmir per due mesi, che l’ha violentata ripetutamente.

Ha detto al Daily Mail Australia di aver viaggiato in India per incontrare il Dalai Lama a Dharamshala all’età di 22 anni. Questo è stato dopo che non è riuscita a partecipare al Women’s World Championship Tour nel 2003.

Greentree, allora conosciuta come Carmen Buecher, ha dichiarato che dopo essere arrivati a Nuova Delhi, alcuni truffatori che si sono fatti passare come operatori turistici governativi l’hanno truffata nel prendere un volo per Srinagar.

A Srinagar, fu ricevuta dal suo stupratore Rafiq Ahmad Dundoo. Le disse che era pericoloso per una donna stare fuori da sola, e che poteva stare con lui.

Dundoo la portò alla sua casa galleggiante di nome YH Sunbeam, a Dal Lake e le disse che poteva passare la notte lì prima di prendere l’autobus per Dharamshala. Quella notte, le tolse il passaporto e gli effetti personali, e la stuprò ripetutamente.

Greentree ha aggiunto inoltre che la famiglia di Dundoo, tra cui sua moglie, i genitori, i fratelli e i figli, vivevano nella stessa cas-barca, ma non l’hanno aiutata. Le hanno fatta indossare abiti tradizionali kashmiri e l’hanno fatta pregare cinque volte al giorno. È stata persino costretta a leggere il Corano.

“La sensazione peggiore è stata quando ho ceduto e lo ha lasciato prendere quello che voleva. Era la prima volta che mi stuprava. Ero troppo stanca, non potevo più combattere, e sapevo che non si sarebbe fermato”, ha detto al Daily Mail.

Sostiene che il salvataggio è stato messo effettuato solo dopo che la sua amica Katherine aveva fatto un sogno in cui Greentree era nei guai.

Katherine ha detto all’Alta Commissione australiana in India di indagare, il che ha convinto la polizia locale a trattarla come una persona scomparsa.

Nel processo, il colpevole ha commesso un errore. Dundoo ha prosciugato tutti i soldi dal suo conto e ha anche fatto chiamare casa per più soldi. Questo ha fatto sì che fosse rintracciata e salvata.

Gli agenti l’hanno poi portata in un hotel a Nuova Delhi, dove ha raccontato il suo calvario alla polizia.

Dundoo e suo fratello Shabir Ahmad Dundoo sono stati arrestati, ma Greentree afferma che non è tornata a testimoniare a causa del trauma subito. “Sarei dovuto tornare in India e testimoniare in tribunale, ma non potevo andare fino in fondo, vorrei averlo fatto,” ha detto.

Il duo ha trascorso sei mesi in prigione accusati di stupro prima che il caso crollasse e sono stati rilasciati.

Greentree ora lavora nella medicina olistica e vive sulle rive del lago Illawarra, a sud di Wollongong, con suo marito Grant e tre figli.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento