Islam / World News

L’Intelligence tedesco: “numero di islamisti in Germania a livello record”

Il servizio interno di Intel in Germania: ISIS "si sta ristrutturando in un gruppo terroristico clandestino".

L’Intelligence tedesco: “numero di islamisti in Germania a livello record”

Lo Stato islamico sta “ristrutturando se stesso in un gruppo terroristico clandestino” in seguito alla sua sconfitta militare in Medio Oriente. L’organizzazione terroristica si sta in particolare spostando verso la strategia di colpire obiettivi soft, secondo il rapporto dell’intelligence.”

Il quotidiano tedesco Die Welt ha riportato i risultati chiave del rapporto pubblicato dall’agenzia di intelligence del paese, (BfV):

Il numero di islamici in Germania è aumentato dallo scorso anno, riferiscono i media. È passato da 25.810 nell’anno precedente a 26.560, i giornali Funke Media Group hanno riferito di aver citato il rapporto annuale dell’agenzia di intelligence tedesca (BfV) che verrà presentato giovedì.

La Germania “rimane sul mirino dell’organizzazione jihadista”, l’articolo del giornale citava il rapporto [dell’intelligence]. Il territorio nazionale tedesco così come gli interessi tedeschi in diverse parti del mondo affrontano un “alto livello di minaccia prolungata”. Le forze di sicurezza hanno scoperto “una serie di complotti terroristici in varie fasi di pianificazione”.

Mentre la maggior parte degli attacchi terroristici negli ultimi anni in Germania sono stati eseguiti da singoli autori, il rapporto ha continuato: In quasi tutti i casi hanno ricevuto sostegno da organizzazioni terroristiche straniere nella pianificazione e preparazione. Anche “attacchi complessi” come quello di Parigi del novembre 2015 non possono essere esclusi [in futuro]. [Tradotto dall’autore]

Mentre la minaccia islamista è in aumento, i media mainstream tedeschi vogliono mantenere l’attenzione sul “discorso dell’odio di destra“.

In un editoriale per la Deutsche Welle tedesca gestita dallo stato giovedì, l’editorialista Fabian von der Mark ha scritto “l’ossessione delle autorità tedesche con il terrorismo islamista” invece di prendere di mira gruppi “odiosi” come il movimento PEGIDA. Ha chiamato i raduni organizzati da PEGIDA gli “incontri di persone odiose”.

Ciò che le élite dei media tedesche, come Mark, ignorano è il fatto che l’ascesa dei movimenti di destra e l’impetuoso islamismo nel paese sono avvenuti a causa della politica di immigrazione aperta del cancelliere Angela Merkel. L’apertura dei confini della Germania a immigrati illegali provenienti da paesi a maggioranza musulmana con alti livelli di radicalizzazione islamica ha portato il paese a vivere situazioni insostenibili.

L’ascesa del partito Alternative for Germany (AfD), che l’establishment politico tedesco e i media mainstream hanno profondamente disprezzato, non si sarebbe verificata senza che il cancelliere Merkel apporvasse quasi un milione di migranti, per lo più giovani provenienti da paesi arabi e musulmani.
Molti tedeschi hanno perso fiducia nei politici e nelle autorità tradizionali che erano impegnati a coprire l’ondata di criminalità e il fanatismo islamico che stava travolgendo il paese in seguito all’afflusso di migranti.

Date le politiche di immigrazione del cancelliere Merkel (o la sua mancanza), la Germania non deporterà nessuno di questi islamisti o impedirà ai nuovi di unirsi ai loro ranghi. Mentre i criminali di guerra dell’ISIS e le loro famiglie tornano dalla Siria e dall’Iraq, il paese può aspettarsi un altro picco di questi preoccupanti numeri. Con l’élite politica tedesca più interessata alla segnalazione di virtù che a proteggere il confine o proteggere il cittadino comune, la minaccia terroristica islamista continuerà a crescere.

Chierico islamista con sede in Germania: “Chi vuole morire in questo momento e incontrare Allah?

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento