World News

L’Iran demolisce la tomba del pastore, giustiziato dal regime nel 1990 per essersi convertito dall’islam al cristianesimo

L’Iran demolisce la tomba del pastore, giustiziato dal regime nel 1990 per essersi convertito dall’islam al cristianesimo

Il Rev. Hossein Soodmand, che si convertì prima della Rivoluzione Islamica del 1979, fu arrestato e torturato prima di essere impiccato dopo che un tribunale della sharia lo aveva condannato per apostasia.

L’ultima persona ad essere mai giustiziata per il crimine di abbandono della propria religione, Rev Soodmand è stato sepolto in “terra maledetta” nella città di Mashhad.

All’inizio di dicembre la sua tomba non contrassegnata, sulla quale la sua famiglia poteva solo posare una semplice lastra di pietra, fu demolita.

Sua figlia Rashin Soodmand ha raccontato all’articolo 18, un gruppo che promuove la libertà religiosa in Iran: ‘Per anni abbiamo dovuto viaggiare in questo luogo remoto per visitare la sua tomba non contrassegnata, e non ci era nemmeno permesso di costruire una lapide che porta il suo nome.

E ora vogliono rimuovere completamente l’unico segno rimasto per noi. Porteremo il nostro appello a qualsiasi istituzione nazionale o internazionale pertinente riguardo a questa mancanza di rispetto e crudeltà.

Un portavoce dell’articolo 18 ha detto a Fox News che la decisione di profanare la tomba di Rev Soodmand sarebbe stata presa da funzionari.

Le autorità iraniane hanno certamente chiamato,” ha detto all’emittente, “non sappiamo esattamente chi – forse il sindaco locale – ma la nostra convinzione è che stanno espandendo il cimitero e vendendo le trame alle famiglie benestanti che possono permettersele. ‘

Rev Soodmand è cresciuto alla periferia di Mashhad, la seconda città più grande dell’Iran, in una famiglia borghese e abbastanza religiosa.

Da giovane lui e i suoi amici trascorrevano i pomeriggi in giro per i cristiani, dicendo loro che erano “impuri” e scagliavano pietre contro di loro.

In un’occasione a sette anni ne lanciò uno che ruppe il secchio d’acqua di una donna, prima di fuggire, inciampare e ferirsi al ginocchio.

Si aspettava che la donna cristiana lo punisse, ma lei lo aiutò a rimediare, pulì la sua ferita e gli diede alcuni dolci.

Secondo un necrologio di Rev Soodmand, non ha mai dimenticato l’atto di gentilezza ed è stato il seme di ciò che lo ha trasformato in cristiano.

Continuò a germogliare quando si unì ad Ahvaz per il servizio militare, dove una volta fu portato in ospedale dove un cristiano armeno lo vide e gli lasciò una croce.

Secondo quanto riferito da Rev Soodmand, quella notte Gesù gli apparve in sogno, dove gli diede qualcosa da mangiare e si svegliò sentendosi meglio e lasciò l’ospedale.

Ma il pastore disse alla sua famiglia la sua decisione di rivolgersi al cristianesimo e gli fu chiesto di andarsene.

Dopo essersi trasferito a Teheran, divenne un venditore ambulante e visse con i cristiani, dedicandosi allo studio della Bibbia.

È diventato il miglior studente delle lezioni bibliche, continuando a vendere libri per la Bible Society in tutto il paese.

Il Rev Soodmand ha sposato una donna cieca che si prendeva cura di Mahtab Noorvash nel 1970 e vivevano a Isfahan.

Si unì alle Assemblee di Dio e divenne assistente pastore, prima di assumere la carica di pastore nel 1977.

Il pastore trasferì la sua famiglia – con due figli – a Mashad e fu ordinato nel 1988.

Ma la sua chiesa fu costretta a chiudere sotto una nuvola di persecuzioni e fu arrestato dalla polizia religiosa e torturato.

Hossein continuò a lavorare quando fu liberato, quindi fu nuovamente arrestato nel 1990 e messo in isolamento prima di essere successivamente giustiziato.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento